Firenze: Solidarietà delle Acli a mons. Betori

«Abbiamo appreso con dolore e costernazione dell’attentato subito dall’arcivescovo di Firenze mons. Giuseppe Betori ed esprimiamo tutta la nostra solidarietà a lui e al suo segretario don Paolo. Con queste parole le Acli regionali Toscana hanno commentato la notizia dell’attentato avvenuto il 4 novembre alle 19.30 all’interno del palazzo vescovile di Firenze. Durante l’attentato don Paolo Brogi, segretario di mons. Betori, è rimasto ferito da un colpo di pallottola.«A don Paolo – continuano le Acli regionali – auguriamo di rimettersi presto e di presto riprendere il suo ministero accanto al vescovo». 

Ugualmente preoccupate sono anche le Acli provinciali di Firenze: «La gravità dell’accaduto – commenta Mario Ringressi, presidente Acli fiorentine – ci fa riflettere su quale sia il clima generale di intolleranza, clima che può generare atti come questo, atti di violenza che devono essere condannati e non sottovalutati. Il Paese, che ha bisogno urgente di serietà e impegno, non può tollerare atti simili».  «Le parole di monsignor Betori “Il Signore mi fa la grazia di affrontare questo momento con grande serenità” – ha concluso Ringressi – rappresentano per le Acli fiorentine un segno molto importante. A lui va il nostro grazie per la sua azione pastorale che ci auguriamo possa continuare serena e proficua, per il bene della arcidiocesi fiorentina e di tutta la città di Firenze».

Firenze: Solidarietà delle Acli a mons. Betori
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR