Francia: Rinviare elezioni Comites

I tempi stretti per l’elezione dei Comites penalizzano i diritti degli italiani all’estero. E’ questa la conclusione delle Acli Francia che il 18 ottobre si sono incontrate per discutere del rinnovo, e della tempistica, dei Comites.

Per le Acli solo un rinvio delle elezioni a marzo 2015 e la possibilità di presentare le liste elettorali fino dicembre 2014 permetterebbe ai cittadini emigrati di esercitare i loro diritti.

L’associazione francese spiega che molti italiani all’estero infatti “avendo avuto conoscenza delle elezioni solo a liste elettorali chiuse, si sono visti limitati nell’esercizio del loro diritto all’elettorato passivo, molte liste elettorali non sono riuscite, solo e soltanto a causa di queste tempistiche impossibili, a formalizzare la loro partecipazione alle elezioni. Il risultato è che in molte circoscrizioni i cittadini italiani non avranno Comites per colpa di questo scadenziario”.

“Nutriamo dubbi sulla costituzionalità di questa procedura. – concludono le Acli Francia – Senza almeno sei mesi di tempo per registrarsi come elettore o come candidati, tramite la partecipazione a una lista, non è possibile considerare che l’esercizio dei pieni diritti elettorali dei cittadini sia assicurato. Chiediamo pertanto alle Autorità competenti un rinvio nella presentazione delle liste al 19 dicembre 2014, e un rinvio delle elezioni stesse al mese di marzo 2015”.

Francia: Rinviare elezioni Comites
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR