Friuli Venezia Giulia: Invito al voto consapevole

Le Acli del Friuli Venezia Giulia invitano i cittadini a votare in modo consapevole e responsabile alle elezioni del prossimo 25 maggio, sia per quanto riguarda le europee che per le amministrative.

Le Acli chiedono di ricordare i “grandi vantaggi” che ha portato l’unificazione europea, tra questi la pace degli stati e la possibilità di commerciare e muoversi liberamente. “Da un po’ di tempo l’idea comunitaria è in ribasso e si moltiplicano le voci di coloro che vorrebbero l’uscita dall’euro o addirittura l’uscita dall’Unione Europea, senza peraltro proporre alternative credibili sul piano politico ed economico che siano all’altezza delle sfide della globalizzazione”.

Ma “nel mondo globalizzato nessuno stato europeo da solo è in grado di reggere alla concorrenza politica ed economica degli stati tradizionalmente dominanti, ma neppure a quella degli stati emergenti.

L’Europa deve essere sentita più vicina dai cittadini, punto di riferimento per tutta una serie di competenze che nessuno degli stati che la compongono può adeguatamente esercitare”.

Ai nuovi parlamentari le Acli chiedono di “rilanciare l’idea di Europa e il sogno comune su cui è nata: occorre che il Parlamento europeo si adoperi per approvare norme che facciano sentire l’Europa nel quotidiano, continuando a promuovere gli scambi culturali a tutti i livelli, sostenendo iniziative concrete per favorire l’occupazione, adottando provvedimenti inclusivi a livello sociale e in grado di contrastare la povertà, avviando reali politiche comuni in settori strategici, realizzando una significativa convergenza delle imposizioni fiscali ecc”.

“Si auspica una forte e convinta partecipazione dei cittadini. Si tratta di salvare la «casa», che raggruppa popoli diversi, ma legati fra loro da una civiltà millenaria, fondata su una pluralità di storie, di tradizioni e di culture. L’Unione Europea è un’esperienza unica; starà agli elettori ora e agli eletti poi fare in modo che tutto il patrimonio ideale costruito insieme dal dopoguerra a oggi non vada perduto. L’esercizio consapevole del voto può rafforzare un innovato protagonismo dei cittadini per costruire un’Europa migliore che sappia superare le politiche di austerità e ridare centralità al lavoro e allo sviluppo”.

Anche per quanto riguarda le elezioni amministrative, le Acli friulane invitano a partecipare al voto in modo convinto e propongono alcuni criteri su cui orientare la scelta. Fra le tante caratteristiche, il candidato ideale deve mettere al centro della sua azione la famiglia e tutti i suoi componenti, essere attento alla dimensione formativa e educativa, avere in programma la salvaguardia del patrimonio materiale e immateriale dell’Italia, pensare alla realizzazione di nuovi asili nidi e di misure a sostegno della natalità, e promuovere politiche di sostegno all’integrazione e all’inclusione sociale dei migranti.
 

Friuli Venezia Giulia: Invito al voto consapevole
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR