Gesù ha compassione di noi

Gesù ha compassione di chi è smarrito e senza una guida.

La lettura quasi continua del vangelo di Marco salta l’episodio della morte di Giovanni Battista, che viene letto nella memoria liturgica del martirio del Battista il 29 agosto.

I Dodici sono andati in missione a due a due (come abbiamo visto la scorsa domenica) e sono tornati da Gesù raccontando nei particolari cosa avevano fatto e quello che avevano insegnato. E’ la verifica di questo esercizio formativo, che però aveva un’efficacia reale per quanti li avevano incontrati.

Gesù si prende cura degli apostoli e li invita in un luogo in disparte dove poter raccontare con calma quanto avevano vissuto e anche per riposarsi dal cammino fatto per i villaggi vicini. Ma anche li, dove si trovavano, la gente non mancava e a tutti dovevano dare ascolto e indirizzare una parola evangelica, così non avevano il modo di mangiare, non essendoci un segnale per indicare l’orario della pausa-pranzo.

Gesù e gli apostoli si allontano su una barca, ma probabilmente seguono la costa così che diventa facile seguirli, anzi precederli nel luogo del nuovo approdo.

Qui Gesù vede questa grande folla e nel suo cuore nasce un moto di compassione. Egli si rende conto che lo seguono perché lui insegna con autorità e non come gli scribi, che la sua parola è una vera guida per queste persone, che sembrano come pecore che vagano senza un pastore che le accudisca.

Fuor di metafora, la guida indica la via della vita ed è quello che fa Gesù annunciando il regno di Dio: «Come sono belli sui monti i piedi del messaggero di lieti annunzi che annunzia la pace, messaggero di bene che annunzia la salvezza, che dice a Sion: Regna il tuo Dio» (Is 52,7).

 

19 luglio 2015 – XVI Domenica tempo ordinario – Anno B

Marco 6,30-34

In quel tempo, 30 gli apostoli si riunirono attorno a Gesù e gli riferirono tutto quello che avevano fatto e quello che avevano insegnato. 31 Ed egli disse loro: «Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un po’». Erano infatti molti quelli che andavano e venivano e non avevano neanche il tempo di mangiare.

32 Allora andarono con la barca verso un luogo deserto, in disparte. 33 Molti però li videro partire e capirono, e da tutte le città accorsero là a piedi e li precedettero.

34 Sceso dalla barca, egli vide una grande folla, ebbe compassione di loro, perché erano come pecore che non hanno pastore, e si mise a insegnare loro molte cose.

 

Leggi tutto nel documento allegato

 

Gesù ha compassione di noi
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR