Giovani: Detrazioni speciali per l’affitto

Io e il mio ragazzo abbiamo rispettivamente 26 e 28 anni, e vorremmo andare a convivere in un appartamento preso in affitto. Nella nostra condizione è possibile godere di un qualche beneficio sulle spese di locazione?Certamente sì, quella sulle spese d’affitto è una delle detrazioni previste dal nostro ordinamento fiscale. Fra l’altro per i giovani compresi fra i 20 e i 30 anni viene applicata una particolare detrazione pari a 991,60 euro, a patto però che il soggetto o i soggetti richiedenti abbiano un reddito annuo non superiore ai 15.493,71 euro.È da tener presente che possono beneficiare della detrazione solo quelle persone che risultano intestatarie del contratto d’affitto, e che la stessa detrazione viene concessa solo nel caso in cui l’immobile abbia i requisiti di abitazione principale: l’inquilino o gli inquilini devono stabilirvi non solo la dimora abituale ma anche la residenza anagrafica (la stessa norma vale ad esempio per l’Imu agevolata).Di conseguenza, se il contratto di locazione è intestato a più soggetti, ciascuno di essi può beneficiare della detrazione “pro quota” (cioè in base alla quota del contratto intestata), facendo riferimento al proprio reddito complessivo (i 15.493,71 euro vanno considerati per singolo contribuente).Ipotizzando poi che la richiedente e il suo ragazzo superino la soglia dei 15.493, 71 euro, ciò comporterebbe l’impossibilità di godere della detrazione “extra large” pari a 991,60 euro, ma entrambi potrebbero comunque godere di una detrazione pari a 150 euro (in caso di contratto a canone libero) o di 247,90 euro (in caso di contratto a canone concordato) se il loro reddito non supera la soglia di 30.987,41 euro.

Per informazioni: www.caf.acli.it
 

 

Giovani: Detrazioni speciali per l’affitto
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR