Gorizia: Al via la campagna “L’Italia sono anch’io”

“La fede altrimenti sbandierata, non sembra avere alcuna rilevanza pubblica quando si parla di immigrati”. Con queste parole i circoli “Acli S. Ambrogio” e “Papa Giovanni XXIII” di Monfalcone, in provincia di Gorizia, invitano i cittadini all’incontro pubblico del 23 novembre (ore 20.00 – oratorio San Michele, in Via Mazzini –  Monfalcone) per riflettere sui diritti degli stranieri alla luce degli insegnamenti della Chiesa. Centro dell’iniziativa sarà la presentazione della campagna “L’Italia sono anch’io”, sostenuta da 19 soggetti, tra i quali le Acli nazionali, per promuove due leggi di iniziativa popolare a favore degli stranieri.

La prima proposta di legge chiede di estendere il diritto di cittadinanza a tutti gli immigrati che nascono in Italia in base allo ius soli, mentre ora la cittadinanza italiana  è attribuita principalmente in base allo ius sanguinis. Con la seconda proposta di legge, i promotori chiedono il diritto di voto alle elezioni amministrative per gli immigrati che risiedono regolarmente in Italia da almeno cinque anni. All’incontro intervengono: Antonio Russo, responsabile nazionale Acli per le Politiche dell’immigrazione, Fatou Sarr, responsabile Politiche dell’immigrazione della Cgil di Gorizia, Omorie Efomo Amenaghawon del circolo “Mediatori culturali linguistici Acli” di Udine, Paola Benes, assessore alla Cultura del Comune di Monfalcone. Modera: Franco Blasoni, presidente regionale Acli Friuli Venezia Giulia.

Gorizia: Al via la campagna “L’Italia sono anch’io”
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR