Gorizia riparte. La ricetta delle Acli

Fisco agevolato e alleanza per il lavoro: le Acli di Gorizia in campo per rilanciare il territorio isontino

Le Acli di Gorizia lanciano l’alleanza per il lavoro. “Il 2017 – ha spiegato Silvia Paoletti, presidente delle Acli di Gorizia – è stato davvero una “Caporetto” del mondo del lavoro e dello stato sociale. Ora occorre rimboccarsi le maniche. Molte aziende hanno chiusto, da molto tempo le banche hanno applicato una feroce stretta al credito sia alle aziende, sia alle famiglie. E in questa maniera non si crea affatto sviluppo. Per non parlare, poi, del lavoro sottopagato”.

Per queste ragioni le Acli propongono un’alleanza tra le associazioni, i sindacati, la ConfCommercio, la Coldiretti e Confartigianato per difendere il lavoro nell’Isontino e ridare vitalità imprenditoriale al territorio.

“È inaccettabile – h aggiunto Silvia Paoletti – che esistano contratti di lavoro pagati a pochi euro all’ora. Così facendo si aumenta sempre più il popolo dei poveri”.

Per far ripartire il lavoro le Acli propongono anche una riforma fiscale che riduca le differenze tra Isontino e Slovenia, dove molti imprenditori si trasferiscono spinti da una tassazione più favorevole.

Gorizia riparte. La ricetta delle Acli
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR