GP2: un Pub, con le Acli di Roma, per rispondere alla sfida educativa

Ideato, realizzato e promosso dalle Acli di Roma in collaborazione con la Pastorale Giovanile della Diocesi di Roma, GP2 è uno spazio di aggregazione aperto a tutti, rivolto in particolare ai giovani cattolici. Nel programma musica dal vivo, videogiochi, wi-fi zone, pub, rassegne cinematografiche, incontri, mostre di fotografia ed arti figurative… ma soprattutto la possibilità di incontrarsi.«Questo chiasso ha colpito Roma e Roma non lo dimenticherà mai!» Sono le parole che Papa Giovanni Paolo II dedicò ai due milioni di ragazze e ragazzi il 19 agosto 2000, nella piana di Tor Vergata, in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù. Dieci anni dopo, quella straordinaria esperienza di fede e condivisione ritorna nel centro storico della Capitale con il Centro Giovanile Giovanni Paolo II, inaugurato lo scorso primo ottobre nei locali della Basilica dei Santi Ambrogio e Carlo a Via del Corso.

Il GP2, ideato, realizzato e promosso dalle Acli di Roma in collaborazione con la Pastorale Giovanile della Diocesi di Roma, è uno spazio di aggregazione aperto a tutti, ma è rivolto in particolare ai giovani delle parrocchie e dei movimenti cattolici romani. Nel programma musica dal vivo, videogiochi, wi-fi zone, pub, rassegne cinematografiche, incontri, mostre di fotografia ed arti figurative… ma soprattutto la possibilità di incontrarsi, stare insieme e vivere la notte in modo creativo e sano, lontani dalla mercificazione dei rapporti umani e dalla cultura dello sballo. «Vogliamo riprenderci la notte – spiega il Presidente delle Acli di Roma Gianluigi De Palo –, questo locale è un seme che porterà molti frutti nella nostra città. Vogliamo ripartire dai giovani perché hanno tanto da dire e da dare. Sarà un luogo di divertimento, di ascolto e di integrazione».  Sulla stessa lunghezza d’onda anche don Maurizio Mirilli, Direttore dell’Ufficio di Pastorale Giovanile della Diocesi: «Un posto dove si può gioire e pensare, e dove può essere realizzato quel progetto educativo al quale la Diocesi tiene molto, in unione con le istituzioni». Questo Centro, con le sue attività culturali e la semplice vita all’interno del pub, vuole essere infatti uno strumento per affrontare la sfida educativa nel mondo di oggi, quella sfida che la stessa Conferenza Episcopale Italiana ha inserito nei suoi orientamenti pastorali per il decennio 2010-2020: «Educare alla vita buona del Vangelo, operare con disponibilità all’ascolto e al dialogo, mettendo a disposizione di tutti la buona notizia dell’amore paterno di Dio per ogni uomo». Sulle pareti del GP2 sono state stampate frasi del Vangelo, di santi e di grandi uomini di chiesa: da quel “Dammi da bere” che Gesù rivolge alla Samaritana nel vangelo di Giovanni, all'”Amore non è amato” di San Francesco d’Assisi, passando ovviamente per il celebre “Non abbiate paura”, l’esortazione più celebre che Papa Wojtyla ha lasciato ai giovani. E queste frasi hanno già stimolato l’interesse e la voglia di approfondire e dialogare di molti ragazzi, anche non credenti. Gli stessi Vescovo ausiliare Ernesto Mandara e il Sindaco di Roma Gianni Alemanno, intervenuti durante l’inaugurazione del Centro, hanno ricordato la necessità nel tempo presente di validi testimoni e guide per le nuove generazioni. «Se i ragazzi non sono attrezzati, – hanno commentato – affronteranno male la realtà».

GP2: un Pub, con le Acli di Roma, per rispondere alla sfida educativa
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR