I cattolici e la politica

I cattolici e la politica. Poteri e servizi nello spazio pubblico è l’ultima pubblicazione di Domenico Rosati. L’ex-presidente delle Acli si interroga se oggi è possibile un’azione politica autonoma dei cattolici. L’ispirazione viene dal nuovo pontificato, che come ha spiegato Rosati in un’intervista, chiede alla Chiesa una nuova soggettività politica.

Appare chiara la necessità di superare una serie di quadri di riferimento: logica di una mediazione, che richiede il compromesso, o logica della testimonianza (della presenza, dice Rosati), che spinge verso una chiusura in circuiti ristretti; azione di lobby o radicamento popolare; maturità del laicato o appartenenza clericale.

Per ragionare sulla presenza del contributo dei cattolici in politica appare importante riflettere su una questione che ruota intorno al tema del libro: quale peso specifico nella nostra società hanno i cattolici? Quali responsabilità hanno nell’attuale sistema?

Di sicuro il richiamo a rinnovare una cultura dell’umano è essenziale per il futuro.

La presentazione del libro a Roma il 9 dicembre 2014.

I cattolici e la politica
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR