I cattolici, la nuova politica e la sfida del lavoro

Di una nuova politica, non di un nuovo partito ha bisogno l’Italia“. Con un editoriale pubblicato su “Famiglia cristiana“, il presidente delle Acli Andrea Olivero apre a “una nuova stagione di impegno politico della società civile cattolica”. A questo tema sarà dedicato l’Incontro nazionale di studi dell’associazione, in programma a Orvieto il 14 e 15 settembre, con il titolo “Cattolici per il bene comune. Dall’irrilevanza al nuovo protagonismo”.”L’irrilevanza – scrive il presidente delle Acli – è figlia della debolezza di molti cattolici, che in questi anni hanno difettato di senso critico oltre che di senso civico, e può essere superata solo rimettendo in gioco storia e valori nel contesto attuale, da tradurre in visioni e proposte in grado di parlare ai cittadini, di ridar loro speranza e voglia di essere protagonisti”.L’impegno dei cattolici dovrà concentrarsi, secondo Olivero, “sulla sfida del lavoro che manca, sulla scommessa di un nuovo modello di welfare che unisca solidarietà e sussidiarietà, su forme diverse di democrazia partecipata e sull’esigenza di rigore, trasparenza, onestà”.

I cattolici, la nuova politica e la sfida del lavoro
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR