Il 730 precompilato non viene spedito a casa

So delle novità sul 730 precompilato, ma non mi è chiaro dove bisogna andarlo a recuperare. Mi verrà spedito a casa? Vorrei inoltre sapere se sarà ancora possibile presentare il modello precompilato al Caf gratuitamente come gli altri anni.

Sul modello 730 precompilato bisogna anzitutto specificare che non sarà spedito a casa per posta, né verrà inviato per e-mail. Tutto avverrà telematicamente attraverso il sito dell’Agenzia delle entrate, dove il modello verrà reso disponibile a partire dal 15 aprile (quindi esattamente fra un mese), oppure attraverso l’assistenza di un intermediario (Caf o professionista). Per quanto riguarda invece la consegna gratuita al Caf del vecchio precompilato, questa non sarà più ammessa.

Ma andiamo con ordine. Il 730 precompilato è una normale dichiarazione dei redditi individuale (non congiunta) che l’Agenzia delle entrate predispone al singolo contribuente sulla base di dati già in suo possesso o comunicati da soggetti terzi. Contiene però soltanto alcuni elementi (cliccare qui per leggere quali), mentre gli altri dovranno essere integrati dal contribuente. Non tutti i contribuenti, fra l’altro, avranno il loro 730 precompilato, ma solo i lavoratori dipendenti e pensionati che:

hanno presentato il modello 730/2014 per i redditi dell’anno 2013;

e, inoltre, hanno ricevuto dal sostituto d’imposta la Certificazione unica 2015 (che da quest’anno sostituisce il Cud) con le informazioni relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e/o ai redditi di pensione percepiti nell’anno 2014.

Per accedere, quindi, alla dichiarazione precompilata il contribuente dovrà registrarsi, tramite richiesta di pin, al servizio telematico Fisconline, potendo così visualizzare il modello sul sito dell’Agenzia delle entrate ed eventualmente modificarne i dati precompilati o integrare quelli mancanti.

In alternativa, qualora il contribuente non volesse procedere per proprio conto, potrà sempre consegnare al Caf una delega che autorizzerà il Caf stesso a scaricare il suo 730 precompilato. In tal caso il Caf sarà tenuto a richiedere tutta la documentazione comprovante i dati già inseriti nel 730, ed eventualmente il resto dei documenti per integrare le spese detraibili non presenti nel modello.

La differenza fra il procedere da soli o con l’ausilio del Caf sta nel fatto che procedendo da soli si è responsabili in prima persona delle modifiche e delle integrazioni apportate, mentre se ci si rivolge a un Caf sarà il Caf l’unico responsabile della dichiarazione, rispondendo, in caso di visto infedele, sia della sanzione che della maggiore imposta sommata agli interessi.

Ecco il motivo per cui non sarà più possibile presentare gratuitamente il vecchio precompilato come negli anni scorsi: la precompilazione gratuita è possibile solo tramite il sito delle Entrate, mentre il Caf eroga un servizio di consulenza facendosi carico della piena responsabilità del modello.

 

Per informazioni: www.caf.acli.it

Il 730 precompilato non viene spedito a casa
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR