Il concorso grafico “Io manifesto la pace”

Le Acli, attraverso il dipartimento Pace e stili di vita, e Ipsia lanciano il concorso grafico “Io manifesto la pace”, per la realizzazione del poster della Pace Acli 2011. L’iscrizione al concorso è aperta a tutti; il termine ultimo per la consegna delle opere è fissato al 15 giugno.Tra i premi in palio per i vincitori, un pernottamento il 25 settembre prossimo ad Assisi in occasione della Marcia della Pace Perugia-Assisi, che quest’anno celebra il cinquantesimo anniversario della sua prima edizione.  Con il concorso grafico “Io manifesto la pace”, dal quale uscirà, il prossimo 30 giugno, il poster della pace Acli 2011, si intende recuperare una tradizione storica che affonda nelle radici della nostra associazione.

Negli anni ’70 e ’80, segnati dalla guerra fredda, dalla corsa agli armamenti, da dittature e regimi violenti, le Acli, in occasione della Giornata mondiale della Pace, pubblicavano ogni anno un poster per ribadire il proprio convinto pacifismo.”Sono passati anni, decenni – ricordano Paola Villa, presidente Ipsia, e Alfredo Cucciniello, responsabile nazionale del dipartimento Pace – ma è tuttora attuale l’esigenza, per un mondo attraversato ancora da venti di guerra e violenza, di una convivenza pacifica. Prima che quelle parole di pace, dai poster del nostro passato, diventino una preghiera dispersa nel vento. Riprenderci in mano quella antica e bellissima tradizione, che ha fatto storia e ha fatto anche la nostra storia, la storia delle Acli, non è allora un semplice esercizio editoriale, un modo per dire ‘ci siamo’. Con ‘Io manifesto la pace’, con il poster che vincerà il nostro concorso grafico, vogliamo parlare ancora oggi, come da prima, da sempre, le nostre parole di pace. Scriverle una volta di più. Diffonderle. Perché per noi è sempre vero che senza memoria non c’è futuro. E senza pace non c’è vita”.

Il concorso grafico “Io manifesto la pace”
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR