Il cordoglio delle Acli per il 53° militare italiano caduto in Afghanistan

Il Consiglio Nazionale delle Acli, raggiunto durante la seduta odierna dalla tragica notizia del cruento attentato in Afghanistan in cui ha perso la vita il Capitano Giuseppe La Rosa esprime profondo cordoglio e fraterna vicinanza ai familiari per il loro immenso dolore.
Formula ai tre militari rimasti feriti gli auguri di una pronta guarigione.
Si tratta del cinquantatreesimo ragazzo italiano ucciso sul fronte afghano. Oggi è il giorno del lutto ma domani andrà ripresa la discussione sul senso e sull’opportunità e sulla durata della nostra missione militare nel martoriato Paese asiatico.
Ad aumentare l’orrore e l’insensatezza della guerra c’è il fatto che l’attentatore sarebbe un ragazzino di soli undici anni.
La guerra, come ci ha ricordato papa Francesco è “il suicidio dell’umanità”. Le Acli si uniscono all’appello del Pontefice affinché tacciano le armi, ed anche per l’Afghanistan possa presto trovarsi una soluzione diplomatica

Il cordoglio delle Acli per il 53° militare italiano caduto in Afghanistan
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR