Il “discorso” ambiguo sulle migrazioni

Il “discorso” ambiguo sulle migrazioni a cura di S. Palidda Mesogea editore, 2010pp. 200 – € 20.00In circa centocinquant’anni, mai come oggi le migrazioni di massa sono state oggetto di tanti studi e pubblicazioni. Ma a cosa mirano? Rifacendosi agli insegnamenti di Michel Foucault, questo libro propone un’analisi del “discorso” della cosiddetta “scienza delle migrazioni” per scoprirne aporie, ambiguità, finalità. Risultato di alcuni progetti di ricerca internazionali, i testi qui riuniti offrono un inedito insieme di conoscenze assai utili a operatori sociali, ricercatori, mediatori culturali e linguistici, insegnanti, studenti e a quanti sono interessati al campo tanto mediatizzato quanto bistrattato, tanto esaltato quanto falsato, delle migrazioni.

INDICESalvatore Palidda, Introduzione Alessandro Dal Lago, Note sul Razzismo Culturale in Italia Manuel Delgado Ruiz, Gli Studi sulle Migrazioni in Spagna. Un Bilancio e Alcune RiflessioniWalter Baroni, Sul Discorso Interculturale Fabienne Brion, Usare il Genere per Creare la Differenza? La Dottrina della Difesa Culturale e dei Reati Culturali Silvia Finzi, Dal Simile allo Stesso: Fatti e Commenti sugli Sbarchi d’Italiani in Tunisia all’Inizio del XX Secolo Ahlame Rahmi, Il Sospetto Migratorio. Organizzazione Sociale e Trattamento Politico del Lavoro Stagionaledelle Operaie Marocchine in SpagnaFrancesca Scrinzi, Migrazioni, Servizio Domestico e Rapporti di Genere. Il Ruolo degli Uomini nella Divisione Internazionale del Lavoro di CuraJean Louis Edogué Ntang e Michel Peraldi, Un Ancoraggio Discreto l’Insediamento delle Migrazioni Subsahariane nella Capitale Marocchina Gilles Suzanne, Musiche d’Algeria, Mondi dell’Arte e CosmopolitismoSalvatore Palidda, A Proposito del Business sulla Pelle degli ImmigratiGLI AUTORIWalter Baroni è assegnista-ricercatore all’Università di Milano-Bicocca e collabora con il Dipartimento di Scienze Antropologiche di GenovaFabienne Brion è professoressa all’Université Catholique de Louvain (Belgio) e direttrice del Centre de Recherches Interdisciplinaires sur la Déviance et la Pénalité, è autrice di numerose opere..Alessandro Dal Lago è professore di sociologia della cultura. Già preside e prorettore dell’Università di Genova, ha diretto numerosi progetti di ricerca europei ed è autore di numerose opere.Manuel Delgado Ruiz è professore d’antropologia all’Università di Barcellona ha diretto numerosi progetti di ricerca ed è autore di numerose opere.Jean Louis Edogue Ntang è borsista presso il Centre Jacques Berque di Rabat e ora presso le università francesi.Silvia Finzi è professoressa all’Université de la Manouba, di Tunisi ed è autrice di numerose opere.Salvatore Palidda è professore di sociologia presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Genova, ha diretto numerosi progetti di ricerca europei ed è autore di numerose opere.Michel Peraldi, è direttore di ricerca CNRS, è stato per due mandati direttore del Centre Jacques Berque di Rabat sino a fine agosto 2010 e ora è al CADIS dell’EHESS di Parigi, ha diretto numerosi progetti di ricerca europei ed è autore di numerose opere.Alham Rahmi è demografa del Conseil de la Communauté Marocaine à l’Etranger (a Rabat).Francesca Scrinzi è ricercatrice in Socio-Antropologia e Scienze Sociali applicate dell’Università di Glasgow.Gilles Suzanne è sociologo, docente di estetica e scienze delle arti presso il Lesa (Laboratoire d’Études en Sciences des Arts), Università di Provenza, Aix-Marseille.

Il “discorso” ambiguo sulle migrazioni
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR