Il lavoro in agricoltura tra innovazione e sfruttamento

Si terrà a Triuggio e Milano, dal 15 al 17 ottobre prossimi, il seminario internazionale delle Acli, sostenuto dall’Eza e dall’Unione europea. Giunto quest’anno alla sua nona edizione, l’incontro metterà a tema il lavoro nel settore agricolo. 

Venti relatori concorreranno nelle tre giornate ad analizzare caratteristiche e fenomeni di un settore che in questi ultimi anni ha fatto registrare non poche novità, in ordine alle forme d’impresa, all’impiego delle nuove tecnologie, al “ritorno alla terra” di donne e giovani con produzioni di qualità, a nuove pratiche e relazioni tra produttori e consumatori, ad una più accentuata attenzione all’ambiente e alla responsabilità sociale.

Tutto ciò rimanendo uno dei maggiori bacini di sfruttamento dei lavoratori – in particolar modo degli immigrati – e dell’ambiente, con diffusi fenomeni di illegalità anche molto gravi che vanno dalla riduzione in schiavitù alle frodi alimentari all’inquinamento e, più in generale, a quelle che vengono chiamate “agromafie”.

Tredici i Paesi di provenienza dei partecipanti.

L’incontro si aprirà a Villa Sacro Cuore di Triuggio giovedì 15 ottobre alle ore 15.00 e si concluderà alla Cascina Triulza, in Expo, alle 13.30 di sabato 17.

Nel corso delle giornate, saranno proiettati alcuni video, tra i quali: Terranera, di Massimo Malerba e Riccardo Napoli, prodotto dalla Flai-Cgil; un estratto del docu-film Bioresistenze, di Guido Turus, prodotto dalla Confederazione Italiana Agricoltori; Laudato si’, a cura di Robert Duncan, prodotto dal Vaticano.

Per saperne di più, vai al sito della Fai

Segui la diretta streaming

 

Il lavoro in agricoltura tra innovazione e sfruttamento
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR