Olivero a “Il Messaggero”: “Cattolici tentati dal non voto”

Invoca un’alleanza “di centro-sinistra“, “larga, aperta, fondata sui contenuti e sulle idee. Che abbia capacità di rappresentare un elettorato più ampio, non solo quello della sinistra e non solo quello dei centristi”.Andrea Olivero, presidente nazionale delle Acli, rilascia un’intervista al quotidiano romano “Il Messaggero“. Alla vigilia dell’Incontro nazionale di studi dell’associazione, il 14 e 15 settembre a Orvieto, Olivero ragiona della partecipazione dei cattolici alla vita politica del Paese, alla vigilia “Le Acli, come altre organizzazioni, stanno cercando di vedere le nuove forme di partecipazione politica dei cattolici. Anche a fronte del rischio che proprio nell’elettorato cattolico si annidi una parte rilevante di astensionismo e di sfiducia“.Di fronte a questa possibilità, osserva il presidente delle Acli, ospite della Festa dell’Udc di Chianciano, “abbiamo visto il formarsi della nuova area di centro e l’abbiamo considerata una delle possibilità per contrastare la deriva dell’anti-politica e della disaffezione elettorale”.”Ovviamente – puntualizza Olivero – in linea con la nostra storia, noi delle Acli non saremo mai sostenitori acritici di nessuno“. “Non faremo una lista e non staremo in una lista. Ma sosterremo chi avrà la forza di formare un’alleanza seria e responsabile”.

Olivero a “Il Messaggero”: “Cattolici tentati dal non voto”
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR