Il reddito dell’abitazione in caso di divorzio

Nel 2013 ho divorziato e sono andato a vivere in affitto. La casa coniugale, in comprorietà con mia moglie al 50%, è stata assegnata a lei. In questo caso, io che non sono assegnatario dell’immobile, devo comunque indicare la mia quota di possesso nella dichairazione dei redditi?

Sì, ciascuno dei due coniugi, a prescindere dalla scelta del magistrato, sarà obbligato a dichiarare nel suo 730 la quota di possesso relativa all’ex casa coniugale. In tal caso il richiedente dovrà dichiarare il suo 50% nonostante l’immobile sia stato assegnato all’ex moglie.

In questi casi, ai fini dell’Irpef, il problema del reddito derivante dall’ex casa coniugale, specialmente quando quest’ultima è in comproprietà oppure è intestata al 100% al coniuge non assegnatario, differisce nettamente dalle regole dell’Imu introdotte nel 2012.

In effetti il regolamento Imu prevedeva che in caso di assegnazione dell’ex casa coniugale a uno dei due coniugi, sarebbe valso il diritto di abitazione dell’ex coniuge assegnatario, che in questo modo sarebbe stato l’unico soggetto al versamento dell’imposta, indipendentemente dalla proprietà effettiva dell’immobile.

Viceversa ai fini dell’Irpef le cose funzionano diversamente. Infatti, se fino al 2005 il diritto di abitazione nell’ex casa coniugale veniva considerato un diritto reale di godimento, con la conseguenza che il reddito del fabbricato veniva imputato al coniuge assegnatario dell’immobile, mentre l’altro coniuge non doveva dichiarare nulla, la Circolare delle Entrate n. 17 del 18 maggio 2006 (al punto 3) ha equiparato “il diritto ad abitare nella casa familiare, riconosciuto ad uno dei coniugi in caso di separazione legale o divorzio” ad “un diritto personale di godimento” e non a “un diritto reale”.

Questo significa che “al coniuge assegnatario della casa familiare che non sia comproprietario o contitolare di diritti reali di godimento, non può essere imputato il relativo reddito fondiario”. Viceversa, qualora l’immobile assegnato a uno dei due coniugi fosse in comproprietà (come nel caso presentatoci), ciascun titolare dovrà dichiarare la sua quota di possesso.

Per informazioni: www.caf.acli.it

Il reddito dell’abitazione in caso di divorzio
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR