Il saggio si affida a Gesù

6 marzo 2011 – IX Domenica tempo ordinario – anno A Il saggio sa che la vera realtà su cui fondare la proria vita è il mistero pasquale di Gesù, che nella notte al Getzemani (immagine a lato) ha vissuto fino in fondo la fede in Dio Padre ricevendo in dono la vita per sempre.Matteo 7,21-27
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:21 «Non chiunque mi dice: “Signore, Signore”, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.  
Matteo conclude il discorso delle beatitudini di Gesù (capp 5-7) indicando cosa vuol dire essere veri discepoli di Gesù. Ciò che conta per entrare nel regno di Dio è agire come agisce Dio. Se anche si compiono prodigi nel nome del Signore, ma non si ama il fratello che vive accanto, non si entra nel regno di Dio. Infatti Gesù ha appena messo in guardia dai falsi profeti (7,15-20) che sembrano agnelli, ma dentro sono lupi rapaci. ([downloadacli menuitem=”334″ downloaditem=”3284″ direct_download=”true”]leggi tutto[/downloadacli])

Il saggio si affida a Gesù
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR