In compagnia di Gesù e degli uomini

5 giugno 2011 – Solennità dell’Ascensione – anno A
In compagnia di Gesù risorto si può annunciare la salvezza al mondo immergendolo nella vita trinitaria del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Contemplando Gesù che ascende al cielo, facciamoci compagni degli uomini cui Gesù ci manda per vivere da semlici fratelli nella pace.Matteo 28,16-20
In quel tempo, 16 gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato. 17 Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono. 18 Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. 19 Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, 20 insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».
 
Il vangelo di Matteo si conclude con il mandato missionario di Gesù agli undici discepoli di annunciare l’evangelo di Dio e di immergere (questo vuol dire battezzare) i popoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, cioè testimoniare all’umanità intera che l’amore di Dio, rivelato nel mistero pasquale, è la verità e la giustizia della storia. ([downloadacli menuitem=”334″ downloaditem=”3533″ direct_download=”true”]leggi tutto[/downloadacli])
 

In compagnia di Gesù e degli uomini
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR