Inclusione e mobilità sociale in ottica femminile

Il prossimo 3 luglio, presso la sede nazionale delle Acli, avrà luogo il seminario dal titolo: “Povertà e impoverimento. Dall’inclusione alla mobilità sociale. Il punto di vista dei giovani e delle donne”. L’appuntamento vede coinvolti diversi segmenti della galassia aclista: Coordinamento donne, dipartimento Welfare, Giovani delle Acli e dipartimento Lavoro.In occasione dell’anno europeo della lotta alla povertà e all’esclusione sociale, nell’ambito del convegno si intende porre a tema il passaggio dall’emancipazione dal bisogno ad una reale mobilità sociale, dove le differenti sfere (il welfare, il lavoro, la famiglia) concorrano fattivamente a promuovere l’autonomia e la crescita delle persone, viste come portatrici di specifiche caratteristiche di genere e di generazione e di differenziati percorsi di vita, anche nel quadro di un accresciuto impoverimento indotto dalla crisi economico-finanziaria.

Nella circostanza si intende altresì riflettere sulla mobilità, intesa quale concetto multidimensionale e quale meccanismo che, laddove risulta bloccato, si traduce in una mancata realizzazione personale, ma anche in uno spreco di talenti e in una perdita secca per la collettività.Oltre ai responsabili delle strutture Acli coinvolte, autorevoli voci del mondo accademico interverranno all’incontro portando il proprio contributo.Per il Coordinamento Donne il convegno costituisce una nuova tappa lungo il percorso di riflessione avviato lo scorso anno e che ha avuto già una tappa importante nel seminario del 20 marzo 2009, dal titolo: “Povertà e impoverimento tra economia, cultura e soggetti sociali. Quale protagonismo per le donne e i giovani?”, seguito dalla pubblicazione edita per la Marcianum Press “Povertà e impoverimento. Giovani e donne, attori di un’altra economia”. Le donne delle Acli, in linea con la scelta compiuta, tornano dunque ad approfondire i mutamenti economici, sociali e culturali in corso, scorgendo in essi lo spazio per un protagonismo femminile solidale.

Inclusione e mobilità sociale in ottica femminile
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR