Infortuni: La rivalutazione delle rendite Inail

La rendita Inail di cui sono titolare per i postumi di un infortunio del marzo 2011, è stata aumentata a novembre 2013: di che tipo di rivalutazione si tratta ?

La rendita Inail, corrisposta ad un lavoratore come indennizzo per le conseguenze derivanti da un infortunio sul lavoro, è calcolata sulla somma di due quote: una tiene conto del danno fisico, l’altra considera il danno economico.

L’importo della prima quota si calcola in base ad una tabella che fa riferimento al grado di menomazione fisica subita dal lavoratore, mentre la seconda si determina mediante un sistema di calcolo che si rapporta alla retribuzione percepita dal lavoratore nell’anno precedente l’infortunio. L’aumento della rendita riguarda la seconda quota, che è rivalutata annualmente allo scopo di adeguare la rendita mensile al carovita.

Il Decreto ministeriale 10 giugno 2013, ha fissato l’incremento nella misura del 3,02%, che è stato erogato a partire dalla rata di novembre, ma con effetto dal 1° luglio 2013. L’Inail con la Circolare n. 50, del 10 ottobre 2013, ha diramato le istruzioni per rendere operative le disposizioni ministeriali.

 

Per informazioni: www.patronato.acli.it

Infortuni: La rivalutazione delle rendite Inail
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR