Insaporire la vita

6 febbraio 2011 – V domenica del tempo ordinario – anno AEssere sale e luce del mondo, cioè essere uomini e donne che vivono dell’evangelo di Dio per condividere amore, giustizia e libertà con chiunque li voglia accogliere con gioia.Matteo 5,13-16
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
13 «Voi siete il sale della terra; ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dalla gente. 
14 Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città che sta sopra un monte, 15 né si accende una lampada per metterla sotto il moggio, ma sul candelabro, e così fa luce a tutti quelli che sono nella casa. 16 Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al Padre vostro che è nei cieli».
 
Matteo continua a illustrarci il primo discorso di Gesù che annuncia l’evangelo (capp. 5-7). Dopo aver annunciato i motivi per cui gli uomini possono considerarsi felici – Dio si fa vicino a chi è nel dolore e a chi pratica la giustizia – Gesù si rivolge ai suoi discepoli per far crescere in loro la consapevolezza di chi sono e quali sono le loro responsabilità nei confronti dell’evangelo di Dio. ([downloadacli menuitem=”334″ downloaditem=”3190″ direct_download=”true”]leggi tutto[/downloadacli])

Insaporire la vita
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR