Irpef: Non si paga per immobili sfitti

Fino a metà gennaio ero proprietario in parte di 4 appartamenti che non sono divisi al catasto. Possedevo il 25% di due appartamenti e il 50 % di altri due. A metà gennaio è morta mia mamma che possedeva le parti restanti. Dato che sono l’unico erede diventerò proprietario al 100% dei 4 immobili. Secondo voi, per quanto riguarda la dichiarazione dei redditi, io avrò un aumento di reddito? Mi conviene rinunciare alla eredità e far si che questi beni vadano a miei figli? I miei figli vivono in questi appartamenti ma non ne hanno la proprietà. A partire da quest’anno (redditi 2012 dichiarati nel 2013), la nuova tassa Imu sostituirà, per la sola componente immobiliare, l’Irpef sugli immobili non affittati, cioè le seconde case tenute a disposizione o quelle concesse in comodato d’uso. L’esenzione, comunque, non esclude i suddetti fabbricati dall’inserimento in dichiarazione. Il proprietario, quindi, dovrà denunciarli a prescindere dal fatto che siano affittati o meno, ma pagherà l’Irpef solo per quelli affittati. Nel suo caso, dal momento che la successione si è aperta a metà gennaio, gli effetti si sentiranno l’anno prossimo (redditi 2013 dichiarati nel 2014). A meno che non decida di affittare questi immobili, non ci dovrebbe essere alcun aumento di reddito visto che lei non dovrebbe pagare l’Irpef. Tuttavia, si troverà a fare i conti già da quest’anno con un’Imu sostanziosa, applicata a ben 4 appartamenti che figurerebbero tutti come seconde case, soggette con ogni probabilità a un’aliquota piena: non è infatti detto che i Comuni introducano degli sconti per le abitazioni concesse in comodato. A questo punto, la cosa più logica e conveniente da fare è quella di rinunciare all’eredità in favore dei suoi figli, in maniera tale che ognuno di loro diventi proprietario della casa dove abita, pagandosi così la propria Imu in forma ridotta in quanto abitazione principale.
Per informazioni: www.caf.acli.it

Irpef: Non si paga per immobili sfitti
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR