IV raduno nazionale dell’Alleanza per la Locride

L’Alleanza per la Locride e per la Calabria, alla quale aderiscono anche le Acli, scende ancora una volta in piazza per rinnovare il suo impegno nel contrasto alla ‘ndrangheta e alle massonerie deviate.

Dopo la tappa di Reggio Emilia del 2010, la manifestazione del “1 marzo”, giunta alla sua quarta edizione, approderà la prossima settimana nella cittadina marittima di Villa San Giovanni (RC) con il tema “Mediterraneo: un mare di alleanze” per la legalità.

Per lanciare un ‘segnale’ che dia continuità e concretezza ai valori della manifestazione, quest’anno sono stati creati i “Cantieri Mediterranei”, tavoli tematici dove amministratori locali, imprenditori ed esponenti della società civile avranno l’occasione di confrontarsi, progettare e proporre pubblicamente iniziative congiunte tra il Nord e la Calabria.

Il raduno si aprirà alle 15,00 in Piazza Valsesia con il saluto delle istituzioni e dei rappresentanti dell’Alleanza e dell’associazione culturale Ponti Pialesi.

Nel pomeriggio il procuratore aggiunto di Reggio Calabria, Nicola Gratteri interverrà con una testimonianza sulla collaborazione tra la magistratura e la società civile nel contrasto alla criminalità organizzata e sulla solidarietà ai magistrati che si oppongono alla ‘ndrangheta.

In piazza saranno allestiti alcuni stand di prodotti enogastronomici i cui proventi verranno destinati a un fondo che finanzierà la costituzione di una cooperativa sociale nel territorio di Villa San Giovanni.

Ai momenti di dibattito e confronto si alterneranno quelli di intrattenimento musicale e teatrale che culmineranno con il concerto, in serata, de Il Parto delle Nuvole Pesanti.
“I segni sono importantissimi nell’opposizione alla ‘ndrangheta. Mentre la criminalità usa segni di morte come gli attentati, noi vogliamo dare segni di vita con il raduno del 1 marzo”, spiega Vincenzo Linarello, presidente del Consorzio Sociale GOEL e portavoce dell’Alleanza.

L’Alleanza per la Locride e la Calabria nasce nel 2008 ed è composta da 736 enti e oltre 3.000 persone in tutta Italia e si pone come obiettivo la libertà e la democrazia in Calabria opponendosi alla ‘ndrangheta e alle massonerie deviate tramite la partecipazione attiva e il mutualismo cooperativo ed economico. L’Alleanza sostiene gli sforzi nelle altre regioni d’Italia per contrastare i processi di infiltrazione di questi poteri di morte.

Il programma dettagliato del 1 marzo 2011 è disponibile sul sito.

IV raduno nazionale dell’Alleanza per la Locride
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR