L’indennizzo per gli infortuni delle casalinghe

Circa quattro mesi fa ho subito un incidente domestico nel lavoro di pulizia del bagno. Essendo in regola con il pagamento annuale dell’assicurazione gestita dall’Inail, ho diritto ad indennizzo ?

La pulizia dei locali rientra nella cura dell’abitazione ed è una delle principali attività tutelate dalla legge 493/1999, che ha reso obbligatoria l’assicurazione dell’Inail, per tutti, donne o uomini, di età compresa tra 18 e 65 anni, che svolgano in via non occasionale, gratuitamente e senza vincolo di subordinazione, lavoro finalizzato alle cure della propria famiglia.

La persona infortunata ha diritto alla corresponsione di una rendita vitalizia quando dall’evento sia derivata un’invalidità permanente tale da ridurre l’attitudine al lavoro in misura pari o superiore al 27%: la prestazione decorre dal primo giorno successivo a quello della guarigione clinica.

Non è invece previsto il pagamento dell’indennità economica giornaliera per il periodo di inabilità temporanea assoluta al lavoro.

L’assicurazione comprende i casi di infortunio avvenuti in occasione ed a causa di lavoro in ambito domestico, intendendosi, per “ambito domestico” l’immobile di civile abitazione, le relative pertinenze e le parti comuni condominiali.

Si considerano assicurati gli infortuni conseguenti al rischio che deriva dallo svolgimento di attività finalizzate alla cura delle persone e dell’ambiente domestico: rientrano quindi le conseguenze di cadute, scivolamenti, urti ecc.

Per l’istruttoria della pratica è necessario presentare apposita domanda corredata di certificato medico, su modulistica dell’Istituto, per cui si consiglia di rivolgersi al Patronato Acli.

 

Per informazioni: www.patronato.acli.it

 

 

L’indennizzo per gli infortuni delle casalinghe
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR