La lotta alla povertà è la vera urgenza

A quasi due mesi dalla promulgazione della Evangelii gaudium, la prima esortazione apostolica di Papa Francesco, Avvenire di domenica 19 gennaio 2014, pubblica una lunga intervista di Paolo Lambruschi al presidente nazionale delle Acli, Gianni Bottalico che, dal testo papale, trae una riflessione sull’impegno sociale e politico dei laici.

Partendo dalle esortazioni di Francesco a non lasciare i poveri da soli, Bottalico afferma che: “la sfida del nostro tempo è combattere la povertà che sta diventando fenomeno di massa. È un impegno che nasce dall’ispirazione cristiana e cerca di tradursi in una scelta politica, la più alta forma di carità, e mi pare possa diventare uno degli obiettivi per costruire il bene comune che dichiariamo di perseguire, ma difficilmente riusciamo a realizzare”. La lotta alla povertà è quindi, secondo il presidente delle Acli: “un’urgenza per costruire una società più giusta e solidale“.

Concretamente, l’Italia ha bisogno “di rileggere e aggiornare la grande intuizione del mutualismo che sta alla base dello sviluppo della nostra società e che nasce dall’esperienza del mondo cattolico. Tocca a tutto il terzo settore farsi sentire” afferma il presidente delle Acli rinnovando l’impegno quotidiano della propria associazione che negli ultimi mesi è a lavoro su proposte che vanno proprio in questa direzione come il Reis e l’Alleanza contro la povertà in Italia  .

Leggi l’intervista completa

La lotta alla povertà è la vera urgenza
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR