“La nuova stagione dell’impegno” su L’Osservatore Romano

L’attendismo non è una virtù. Per questo occorre lavorare sodo – e i cattolici sono chiamati a essere in prima linea – per restituire fiducia ai cittadini dinanzi alla “bancarotta economica, morale e politica del Paese”.E’ l’attacco dell’articolo dedicato dall’Osservatore Romano all’appuntamento promosso dalle Acli, “La nuova stagione dell’impegno. Lavoro, cittadinanza, famiglia e lotta alla povertà per ridare fiducia ai cittadini”.Il quotidiano della Santa Sede riporta le parole del presidente delle Acli, Andrea Olivero, secondo il quale occorre un serio “cambio della politica”, mentre i programmi devono tornare ad essere espressioni visibili dei partiti, perchè “solo sui programmi si costruiscono alleanze, tutto il resto è tattica”. In tale ottica, riporta ancora L’Osservatore Romano, sono state elencate le “grandi emergenze” che attendono risposte: lavoro giovanile, cittadinanza ai minori nati da stranieri, wlefare, misura di constrasto alla povertà. In particolare occorre poi un fisco “a misura delle famiglie” per sostenere soprattutto i nuclei numerosi e fornire garanzie in primo luogo alla “famiglia” prevista nella costituzione.Sono queste tutte “sfide” su cui “costruire una buona politica”. Tuttavia, servono “discontinuità dalla vecchia politica, rigore per credibilità interna e internazionale, ma anche voglia ed entusiasmo per costruire il bene dei cittadini”. 

“La nuova stagione dell’impegno” su L’Osservatore Romano
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR