La pazienza di padre Pio Parisi

Ciò che più mi ha colpito, nei rapporti avuti negli anni trascorsi, quando il ruolo che ricopriva nelle Acli lo chiamava spesso in causa, era la capacità di esprimere la “pazienza”. Pazienza nell’ascolto dei protagonisti dell’impegno associativo aclista e pazienza nell’operare, nell’ambito delle Acli, favorendo una rinnovata passione per le realtà del mondo del lavoro, con l’originalità genuina della testimonianza cristiana. Il suo tessere la tela della vita delle Acli, intrecciata con la Parola di Dio, ha rinnovato il tessuto e riproposto la originale vocazione di essere interpreti, come lavoratori, di un insegnamento sociale genuino e rispettoso delle ricchezze morali e spirituali di ogni persona. La sua esperienza personale di servizio a lavoratori e studenti, che ha portato avanti fino al termine della sua vita terrena, sono segno autentico di fede e amore alla sua vocazione religiosa. Il suo esempio ispiri anche i nostri passi. Grazie, p. Pio.
don Giorgio Serenariaccompagnatore spirituale Acli Lazio

La pazienza di padre Pio Parisi
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR