Acli colf su “La Stampa”: le badanti della porta accanto

“La Stampa” racconta il fenomeno del ritorno del “made in Italy” nella cura degli anziani soli e malati. Complice la crisi, le italiane tornano a un mestiere dimenticato. Lo si può misurare anche dall’iscrizione a specifici corsi di formazione, come quelli- più di 40- organizzati da Acli Colf.

“In effetti- osserva Raffaella Maioni, responsabile nazionale- tra i partecipanti c’è un affollamento di nostre connazionali”.
Le badanti provenienti dalla Romania sono ancora le più numerose, ma le italiane si fanno forza: “nessuna saprà mai cucinare o stirare come noi”.
A testimonianza di questo trend, “La stampa” riporta la storia di Luisa Viola, 46 anni, di Latina. Prima gioielliera, licenziata e rimasta disoccupata, Luisa ha seguito un corso dell’Acli Colf per diventare assistente familiare. “Nel mio corso Acli Colf non c’è neanche una straniera, soltanto un romeno”.Oggi si prende cura di due signore anziane, e non vorrebbe più cambiare mestiere.
Leggi l’articolo intero

Acli colf su “La Stampa”: le badanti della porta accanto
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR