Le Acli vicine ai 4 giornalisti della troupe Rai trattenuti in Siria

L’Associazione rispetta il silenzio stampa richiesti da Rai e Farnesina.

Il presidente nazionale delle Acli Gianni Bottalico esprime la solidarietà e la vicinanza delle Acli ai quattro reporter italiani fermati ieri in Siria, il giornalista Rai Amedeo Ricucci, il fotografo Elio Colavolpe, il documentarista Andrea Vignali e la collaboratrice Susan Dabbous, ed auspica che al più presto possibile possano essere rilasciati.

Il presidente Bottalico nel rispetto del silenzio stampa chiesto dalla Rai e del riserbo massimo invocato dal ministero degli Esteri per favorire una rapida soluzione del caso, sottolinea il valore e la professionalità dimostrata anche in questo caso dai giornalisti della televisione di stato fermati da un gruppo di ribelli appartenenti a quella galassia opaca ed infiltrata dell’opposizione, e non ai siriani che lottano per la libertà dell’Esercito Siriano Libero.

Le Acli vicine ai 4 giornalisti della troupe Rai trattenuti in Siria
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR