La ‘vocazione’ al lavoro per edificare il mondo, la società e la vita

Questo il messaggio di Papa Francesco nell’udienza ai gruppi del Progetto Policoro.

Il Progetto, istituito dalla Cei 20 anni fa per promuovere l’occupazione giovanile è sin dalle sue origini sostenuto dalle Acli, che anche in questa occasione sono state presenti.

All’udienza, nell’aula Paolo VI, hanno partecipato circa 2 mila persone che fanno parte del Progetto e che hanno contribuito alla realizzazione di questi vent’anni di cammino, di proposte e progetti che hanno portato e continuano a portare frutto sul territorio.

Vescovi, coordinatori nazionali, incaricati diocesani, animatori di comunità , formatori e giovani coinvolti nell’iniziativa erano tutti quanti insieme, vicini, per testimoniare “come la qualità del lavoro ‘libero, creativo, partecipativo e solidale’ esprima e faccia crescere sempre la dignità della stessa vita umana”.

Di qui l’appello del Papa: “Non perdiamo di vista l’urgenza di riaffermare questa dignità! Essa è propria di tutti e di ciascuno. Ogni lavoratore ha il diritto di vederla tutelata, e in particolare i giovani devono poter coltivare la fiducia che i loro sforzi, il loro entusiasmo, l’investimento delle loro energie e delle loro risorse non saranno inutili”.

Ha proseguito poi il Papa con un invito: “i giovani riscoprono la ‘vocazione’ al lavoro: il senso alto di un impegno che va anche oltre il suo risultato economico, per diventare edificazione del mondo, della società, della vita”.

Il testo completo del messaggio del Papa

La ‘vocazione’ al lavoro per edificare il mondo, la società e la vita
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR