Latina: Solidarietà a Libera per l’attentato di Sabaudia

“Siamo sinceramente solidali con gli amici dell’associazione Libera per il vile attentato subito nella struttura di Sabaudia”. Con queste parole le Acli di Latina condannano il furto di computer, manifesti e libri avvenuto la notte del primo gennaio nella sede di Libera. “Per noi – dicono ancora le Acli di Latina – Libera rappresenta un punto di riferimento contro la lotta alla criminalità, come abbiamo dimostrato il 21 dicembre quando abbiamo consegnato ai rappresentanti locali dell’associazione il premio Acli Latina 2011”. L’attentato di Sabaudia cade a pochi mesi di distanza da un altro episodio sempre ai danni dell’associazione fondata da don Ciotti contro le mafie. La notte del 21 ottobre 2011 alcuni vandali erano entrati nel Villaggio della legalità, struttura confiscata che si trova a Borgo Sabotino (Lt), e avevano distrutto sedie, tavoli e bagni. “Siamo preoccupati per la sicurezza sul territorio provinciale – commentano le Associazioni cristiane lavoratori italiani locali – sia per la presenza di fenomeni macrocriminosi, sia per quella della microcriminalità. Entrambi i fenomeni evidenziano la necessità di tutelare il sistema economico territoriale dalle pressioni speculative della criminalità”. Da parte loro le Acli vogliono contrastare il fenomeno mafioso impegnando le proprie strutture in un programma di educazione alla legalità, con iniziative di formazione civica e per la difesa morale del territorio da realizzare insieme alle associazioni di categoria.

Latina: Solidarietà a Libera per l’attentato di Sabaudia
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR