Lavoratori in mobilità: assunzioni a tempo determinato e agevolazioni contributive

Con Messaggio n.32661, del 27 dicembre 2010, l’Inps ha riaffermato la legittimità delle agevolazioni contributive per le aziende che assumano lavoratori in mobilità.Si tratta delle agevolazioni istituite dall’art.8, comma 2, della legge 223/91, in base al quale le aziende che assumono lavoratori in mobilità con contratti a tempo determinato, usufruiscono di agevolazioni contributive per un periodo massimo di 12 mesi.

Dopo aver precisato che le assunzioni possono essere effettuate anche a prescindere da ragioni di carattere tecnico, produttivo o organizzativo che motivino l’apposizione di un termine temporale, il Messaggio ammette che in caso di assunzioni dovute alla sussistenza di tali ragioni, l’agevolazione contributiva resterà limitata al periodo di 12 mesi, anche se il contratto preveda l’apposizione di un termine temporale superiore a 12 mesi.

Lavoratori in mobilità: assunzioni a tempo determinato e agevolazioni contributive
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR