Lavori sul terrazzo: la spesa va spartita

Posso usufruire delle agevolazioni fiscali con abbattimento del 50% delle spese occorrenti per il rifacimento (comprensivo di impermeabilizzione) del terrazzo di mia proprietà esclusiva, ma che funge anche da copertura dello stabile?

Occorre partire dal presupposto che l’articolo 1126 del Codice Civile stabilisce che “quando l’uso dei lastrici solari o di una parte di essi non è comune a tutti i condomini, quelli che ne hanno l’uso esclusivo sono tenuti a contribuire per un terzo nella spesa delle riparazioni o ricostruzioni del lastrico; gli altri due terzi sono a carico di tutti i condomini dell’edificio o della parte di questo a cui il lastrico solare serve, in proporzione del valore del piano o della porzione di piano di ciascuno”.

In altri termini, anche se l’utilizzo esclusivo del terrazzo spetta al richiedente in qualità di unico proprietario, lo stesso terrazzo funge comunque da copertura per gli appartamenti sottostanti, e di conseguenza la spesa per il suo rifacimento interesserà anche gli altri condomini. In questi casi, quindi, è necessaria una delibera assembleare che dia l’approvazione per l’esecuzione dei lavori, altrimenti, in caso di parare negativo, non sarà possibile svolgerli.

Detto questo, qualora l’assemblea desse l’approvazione, la cosa più logica da fare sarebbe quella di detrarre l’importo come un’unica spesa condominiale, per un terzo a carico del proprietario e per due terzi a carico degli altri inquilini.

Sarà dunque l’amministratore a raccogliere tutti i bonifici conservando la fattura della ditta e le ricevute dei pagamenti, e in un secondo momento dovrà rilasciare a ciascun condomino la quota della spesa imputabile calcolata in base ai millesimi di proprietà.

 

Per informazioni: www.caf.acli.it

Lavori sul terrazzo: la spesa va spartita
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR