Lazio: Al papa i voucher dello sport

Al Papa una maglia di calcio e i “voucher della speranza” per lo sport. Sono i regali che le Acli Lazio e l’Us Acli hanno portato al Pontefice durante l’udienza di mercoledì 13 novembre per dimostrare il loro affetto e ribadire l'importanza dello sport per tutti.

“L'idea dei voucher della speranza – spiega Luca Serangeli, presidente dell’Us Acli di Roma – nasce dalla consapevolezza che l'attività sportiva, soprattutto nelle periferie, è fondamentale per aggregare e per educare al dialogo e al confronto soprattutto i più giovani. Purtroppo non tutti si possono permettere di fare sport e per questo abbiamo deciso di portare al Pontefice 15 voucher con i quali i ragazzi disagiati della nostra città potranno coltivare il loro sport preferiti”.

I voucher che le Acli hanno attivato permetteranno i giovani delle periferie della Capitale di svolgere gratuitamente attività sportiva negli impianti Us Acli di Roma, di partecipare ai campionati di calcio, pallavolo, calcio a 5, di utilizzare la piscina di Via Rinuccini in zona Corviale, o di iscriversi al corso da allenatore o arbitro di calcio Us Acli di Roma. Tutto gratuitamente.

La maglia, con numero 1, è quella del torneo delle parrocchie di Roma, promosso dall'Us Acli di Roma.
“Siamo poi particolarmente orgogliosi di aver consegnato la maglietta del torneo delle parrocchie con il numero 1 a Papa Francesco. Questo dono – ha commentato Umberto Soldatelli, presidente Acli Lazio – vuole essere un ennesimo segno di attenzione nei confronti del Pontefice che ormai è un punto di riferimento e una stella polare soprattutto per i giovani. Un vero numero 1!”.

“Siamo grati al Santo Padre – hanno concluso i due dirigenti delle Acli – per la sua grande sensibilità al tema dei giovani e dello sport come responsabilità sociale”.

Lazio: Al papa i voucher dello sport
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR