Le Acli aderiscono alla giornata di preghiera per l’Ucraina indetta dai Vescovi italiani

Le Acli, che hanno inviato un appello per la pace alla diplomazia internazionale,

si uniscono alla richiesta della Cei di sostenere la via del dialogo e della concordia

 

 Le Acli si uniscono alla speciale intenzione di preghiera per la pace in Ucraina, chiesta dalla Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana in tutte le chiese per domenica 9 marzo.

Le Acli, – afferma il presidente nazionale Gianni Bottalicoche nei giorni scorsi hanno inviato al nostro governo, all’Unione Europea ed agli ambasciatori di Ucraina, Stati Uniti e Russia, un appello a non recidere il sottile filo del dialogo ed a ricercare una soluzione diplomatica vantaggiosa per tutti alla crisi ucraina, insieme ai Vescovi italiani condividono e sostengono l’auspicio espresso all’Angelus domenica scorsa da Papa Francesco, affinché le diverse componenti di quel Paese sappiano adoperarsi per il superamento delle incomprensioni e per costruire insieme il futuro della Nazione. Nel contempo, le Acli si uniscono all’Episcopato italiano nel chiedere alla comunità internazionale di sostenere ogni iniziativa che sia in favore del dialogo e della concordia”.

Le Acli aderiscono alla giornata di preghiera per l’Ucraina indetta dai Vescovi italiani
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR