Le Acli: l’Italia, come la Svezia, riconosca lo Stato palestinese

Per porre fine al conflitto tra Israeliani e Palestinesi le Acli (Associazioni cristiane lavoratori italiani) ribadiscono il sostegno alla soluzione ‘due Popoli e due Stati’ e ritengono che l’immediato riconoscimento dello stato palestinese da parte della Comunità intenzionale favorisca tale prospettiva la quale non può prescindere da un riconoscimento reciproco delle due parti.

“Per questo – afferma Alfredo Cucciniello, responsabile Pace Acli nazionali – le Acli valutano positivamente la decisione annunciata venerdì scorso dal nuovo primo ministro svedese Stefan Löfven di riconoscere lo Stato della Palestina. La Svezia è la quarta nazione dell’Ue a riconoscere la Palestina, dopo l’Ungheria, la Polonia e la Slovacchia. Le Acli chiedono che anche il governo di Roma proceda all’immediato riconoscimento dello stato di Palestina come atto concreto e significativo per impegnare le parti in conflitto a trovare al più presto una accordo di pace che garantisca la sicurezza e la libertà dei popoli Israeliano e Palestinese”.

Le Acli: l’Italia, come la Svezia, riconosca lo Stato palestinese
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR