Le Acli scrivono ai neo presidenti di Camera e Senato

«In queste elezioni vediamo il segno di una speranza possibile che passi attraverso le istituzioni» è quanto si legge nel messaggio che le Acli, per mano del presidente Gianni Bottalico, hanno inviato ai neo presidenti della Camera, Laura Boldrini, e del Senato Pietro Grasso. Due nomi impegnati nella difesa dei diritti dell’uomo e nella lotta alle mafie, obiettivi che le stesse Associazioni perseguono nella loro attività quotidiana.

Le Acli «operano per la diffusione della cultura della legalità, e fin dall’inizio ‒ si legge nel messaggio inviato al presidente del Senato Pietro Grasso ‒ sono state fra i fondatori di “Libera”, l’associazione per la lotta contro le mafie che Lei ben conosce, ed il cui impegno ha voluto ricordare nel Suo discorso di insediamento. In questa prospettiva abbiamo sempre apprezzato la risolutezza e la determinazione con cui Lei ha operato contro la criminalità organizzata alla guida della Procura di Palermo e poi della Direzione nazionale antimafia».

Apprezzamento anche per l’elezione dell’onorevole Laura Boldrini che ha incontrato le Acli nel corso della Conferenza organizzativa e programmatica svoltasi a Milano nell’aprile del 2010: «In quella circostanza ‒ scrive il presidente Gianni Bottalico ‒ avemmo modo di apprezzare la Sua determinazione nella difesa dei rifugiati e dei migranti in un contesto politico e sociale segnato da forti incomprensioni e pregiudizi».

Ai due presidenti, le Acli hanno garantito, infine «pieno sostegno, nella distinzione dei ruoli, per quel rapporto necessario che deve esistere fra i legislatori e le forze della società civile».

Le Acli scrivono ai neo presidenti di Camera e Senato
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR