Menu
S. Caterina da Siena - Sabato 29 Aprile 2017
A+ A A-

Assicurazione Inail per le casalinghe

  • Scritto da  Patronato Acli


So che esiste un’assicurazione Inail per le casalinghe. È obbligatoria?

Sì è obbligatoria dal 2001 e il 31 gennaio scade il termine per il pagamento del premio annuale per il rinnovo dell’assicurazione contro gli infortuni domestici.

L’iscrizione all’Inail è obbligatoria per ogni componente il nucleo familiare, di età compresa tra i 18 e i 65 anni, che si trovi nelle seguenti condizioni:

  • svolga in forma abituale e senza vincolo di subordinazione il lavoro di cura della propria famiglia e della propria casa;
  • non presti altra attività lavorativa che comporti l’iscrizione a forme previdenziali obbligatorie (Inps, Inpdap, ecc.).

Rientrano tra i soggetti assicurabili anche i pensionati con meno di 65 anni, gli studenti e gli inoccupati con più di 18 anni, i lavoratori in cassa integrazione o in mobilità e gli straneri che soggiornano regolarmente in Italia.

Non hanno l'obbligo di assicurazione:

  • i minori di 18 anni
  • i maggiori di 65 anni
  • i lavoratori socialmente utili (Lsu)
  • i titolari di borse di studio
  • gli iscritti a corso di formazione o a tirocini
  • i lavoratori part-time
  • i religiosi

L’assicurazione indennizza gli infortuni avvenuti nell'abitazione del nucleo familiare e derivanti dallo svolgimento di attività finalizzate alla cura delle persone componenti la famiglia e della casa.

L’Inail risarcisce gli infortuni che causano un’inabilità permanente pari o superiore al 27% e corrisponde all’assicurato una rendita mensile, esente da oneri fiscali, calcolata in misura proporzionale all’invalidità subita.

In caso di infortunio mortale, agli aventi diritto è riconosciuta la rendita ai superstiti e l’assegno funerario. Sono escluse dalla copertura assicurativa le malattie professionali.

Il costo annuale dell’assicurazione è di € 12,91 e il versamento, deducibile dalle tasse, va effettuato ogni anno entro il 31 gennaio.

Il premio è a carico dello Stato se l'assicurato:

  • ha un reddito Irpef, nell’anno precedente, non superiore a 4.648,11 euro
  • appartiene a un nucleo familiare il cui reddito complessivo non superi i 9.296,22 euro.

I soggetti esonerati sono tenuti comunque a iscriversi all’assicurazione presentando all’Inail il modulo di autocertificazione che attesta il possesso dei requisiti reddituali. Esso ha validità anche per gli anni successivi, sempre che non vengano superati i limiti di reddito.

Per informazioni: Patronato Acli
 

Ultima modifica: Martedì, 12 Gennaio 2016 14:17
Torna in alto

Ultime news dal sito

Le Acli nazionali in piazza a Bologna per il 1° maggio

“La festa del primo maggio è l’occasione per ribadire da che parte stare. Le Acli ribadiscono la ...

1 maggio: le Acli e il lavoro

In occasione della festività del Primo Maggio le Acli ancora una volta vogliono rinnovare il loro...

"Ero straniero”, il 1 maggio parte la raccolta firme sulla legge popolare

Prenderà il via lunedì 1 maggio la raccolta firme sulla proposta di legge di iniziativa popolare ...

Pane, lavoro e democrazia

Considerazioni politiche del presidente nazionale Acli Roberto Rossini, al Consiglio Nazionale de...

Le Acli e l'affaire Moro

“Il gravissimo e sanguinoso attentato dell’On. Moro e la morte di cinque agenti della scorta sdeg...

Latina: nasce il Forum del Terzo settore provinciale

Il 19 aprile una serie di associazioni, tra cui le Acli di Latina, ha dato vita al Forum territor...

Tesseramento Acli 2017

Le Acli

I Temi

Link utili

Seguici su

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui