Menu
S. Attilio - Mercoledì 28 Giugno 2017
A+ A A-

Demansionamento e Jobs Act

  • Scritto da  Patronato Acli


Lavoro in un’azienda di logistica. Il titolare mi ha detto che da febbraio non lavorerò più come contabile, ma mi occuperò di commissioni generiche e quindi riceverò una paga più bassa. Può farlo?

Si perché il demansionamento è previsto dal Jobs Act.

La regola – stabilita dall’articolo 2013 del codice civile modificato dal Jobs Act – è che il lavoratore deve essere adibito alle mansioni per le quali è stato assunto o a quelle corrispondenti all’inquadramento superiore che abbia successivamente acquisito.

Tuttavia, il lavoratore può essere adibito a mansioni inferiori in due ipotesi:

  • la prima è quando vengono modificati degli assetti organizzativi aziendali che incidono sulla posizione del lavoratore. In questo caso il lavoratore  può essere assegnato dal datore di lavoro a mansioni appartenenti al livello di inquadramento inferiore purché rientranti nella medesima categoria legale. Il lavoratore ha diritto in ogni caso diritto al mantenimento del trattamento economico e non va modificato l’inquadramento.
  • La seconda ipotesi di assegnazione di un lavoratore a mansioni inferiori - e questa è la grossa novità introdotta dal Jobs Act – deriva dalla possibilità delle parti di siglare un accordo che preveda il demansionamento e anche una contestuale riduzione dello stipendio nell’interesse del lavoratore “al mantenimento dell’occupazione”, all’acquisizione di una diversa professionalità o al miglioramento delle condizioni di vita. L’accordo stipulato deve essere sottoscritto in sede sindacale, o presso la Direzione territoriale del lavoro o presso una delle sedi previste dall’articolo 76 del decreto legislativo 276/03 (Università, ordini dei consulenti del lavoro, ecc,…). È dunque sufficiente il rischio di perdita del posto di lavoro a giustificare l’accordo sul demansionamento con riduzione dello stipendio e non è previsto alcun onere di provare l’effettività del rischio da parte del datore di lavoro.
Ultima modifica: Venerdì, 04 Marzo 2016 11:31
Torna in alto

Ultime news dal sito

Le Acli al Congresso Cisl: “Nuove tutele e fiscalità per un Paese più giusto”

Tra le tante trasformazioni che il mondo del lavoro sta attraversando, c’è anche quella del lavor...

Riforma Terzo Settore, Tassinari: "Accolte le nostre richieste"

La riforma del Terzo Settore e gli obiettivi dei prossimi quattro anni sono stati al centro dell'...

People4soil: mancano 18mila firme per l'Italia

People4soil, la campagna di protezione del suolo promossa da una serie di associazioni tra cui le...

Piemonte: le opportunità della riforma del Terzo settore

Venerdì 30 giugno le Acli del Piemonte organizzano un seminario sulla riforma del Terzo settore d...

Turismo generativo. Vitale (CTA) su Corriere Sociale

Nell'edizione del 24 giugno del Corriere Sociale il presidente nazionale del CTA, Pino Vital...

Accordo commerciale tra Acli e Banco Bpm

Banco BPM Acli hanno firmato un accordo commerciale valido per tutto il mondo Acli con un approcc...

Tesseramento Acli 2017

Le Acli

I Temi

Link utili

Seguici su

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui