Menu
S. Girolamo - Venerdì 30 Settembre 2016
A+ A A-

Colf: la regola è il licenziamento con preavviso



Ho assunto una assistente familiare per mia madre, ma adesso abbiamo deciso di inserirla in una residenza assistita. Posso licenziarla?

Il rapporto di lavoro domestico si caratterizza per il “recesso ad nutum” ovvero a semplice richiesta: le parti sono libere di sciogliere il vincolo lavorativo in qualsiasi momento e senza indicare una particolare ragione giustificatrice, salvo l’obbligo del preavviso.

L’art. 39 del Contratto dei lavoratori domestici stabilisce infatti che il datore di lavoro domestico può risolvere il rapporto di lavoro, osservando un preavviso minimo stabilito in relazione all’orario di lavoro e l’anzianità di servizio:

Per i rapporti non inferiori a 25 ore settimanali:

  • fino a 5 anni di anzianità presso lo stesso datore di lavoro: 15 giorni di calendario;
  • oltre i 5 anni di anzianità presso lo stesso datore di lavoro: 30 giorni di calendario.

Per i rapporti inferiori alle 25 ore settimanali:

  • fino a 2 anni di anzianità presso lo stesso datore di lavoro: 8 giorni di calendario;
  • oltre i 2 anni di anzianità presso lo stesso datore di lavoro: 15 giorni di calendario.

Tali termini sono raddoppiati nell’eventualità in cui il datore di lavoro intimi il licenziamento, nel periodo immediatamente successivo al termine del congedo per maternità obbligatorio, che la normativa riconosce alle lavoratrici in stato di gravidanza fino a tre mesi dopo il parto, ovvero tra il primo giorno di rientro a lavoro, dopo la fine del congedo, e il trentunesimo giorno successivo.

In caso di mancato o insufficiente preavviso, il datore di lavoro dovrà versare un'indennità pari alla retribuzione corrispondente al periodo di preavviso non concesso.

E’ ammesso il licenziamento senza preavviso solo per mancanze così gravi, da non consentire la prosecuzione, nemmeno provvisoria, del rapporto di lavoro.

Per informazioni: aclicolfonline

Ultima modifica: Giovedì, 03 Marzo 2016 10:42
Torna in alto

Ultime news dal sito

A Salmour (Cn) apre uno sportello fiscale e di Patronato

A partire dal 3 ottobre sarà attivo a Salmour, in provincia di Cuneo, uno sportello delle Acli ch...

A Cellino S. Marco (Br) l'incontro su Moro

“Chi e perché ha ucciso Aldo Moro” è il titolo dell’incontro organizzato per il 30 settembre dall...

Il Piemonte si prepara al referendum

Le Acli del Piemonte organizzano alcuni incontri sul referendum. Il primo è per il 1 ottobre a Ve...

Da Lecchi in Chianti (Si) 1000 euro per il terremoto

Da Lecchi in Chianti, in provincia di Siena, arrivano 1000 euro per le popolazioni colpite dal te...

Campania, due incontri su giovani e povertà

Le Acli di Benevento dedicano due giorni di riflessione su come portare le tre fedeltà dell’assoc...

Cagliari, gli immigrati nell'economia sarda

Il ruolo degli immigrati nella società sarda e il loro contributo allo sviluppo economico dell’is...

Le Acli

I Temi

Le Notizie

Link utili

Seguici su

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui