Menu
S. Caterina da Siena - Sabato 29 Aprile 2017
A+ A A-

Acquisto abitazione: L’Iva è detraibile al 50%



Ho scoperto che in relazione agli acquisti di abitazioni effettuati nel 2016 si potrà detrarre l’Iva al 50% in dichiarazione dei redditi. Potreste darmene conferma? Io però non ho comprato l’abitazione principale, ma un secondo immobile che forse darò in affitto. La detrazione mi spetta comunque?

Sì è vero: l’Iva sull’acquisto dei fabbricati abitativi è detraibile al 50%. La detrazione spetta a prescindere dall’utilizzo che si farà della casa, purché sia appunto un immobile residenziale. Ciò significa che è detraibile l’Iva associata all’acquisto tanto di un’abitazione principale quanto di una seconda o terza casa, sia essa vuota, locata o concessa in comodato d’uso.

È però fondamentale che la cessione avvenga da parte di un'impresa costruttrice o ristrutturatrice. Questo vuol dire che l’acquisto deve essere effettuato da nuovo, anche perché una compravendita siglata fra privati non sarebbe soggetta a Iva.

L’immobile, inoltre, deve essere di classe energetica A o B, e questo riteniamo possa risultare dalla certificazione rilasciata dalla ditta cedente, visto che l’Agenzia delle Entrate nella Circolare 20/E/2016 non si è pronunciata sull’eventuale necessità di affidare la certificazione a un tecnico esterno.

Affinché l’Iva sia detraibile, è necessario infine che venga versata interamente nell’anno di riferimento. A nulla quindi varrebbero eventuali acconti versati in annualità precedenti.

Prendiamo appunto il caso del 2016 per le imminenti dichiarazioni 2017. È necessario, a tal riguardo, che la firma del rogito e il pagamento dell'IVA siano avvenuti nel periodo d'imposta 2016. Non saranno quindi agevolabili gli eventuali acconti d'imposta pagati nel 2015.

Esattamente come avviene per i normali bonus al 50-65 per cento, o per il bonus mobili legato alle ristrutturazioni/manutenzioni straordinarie di immobili abitativi, anche questo tipo di detrazione copre l’arco di un decennio, venendo suddivisa in 10 quote annuali di pari importo. Con la dichiarazione 2017 i contribuenti inizieranno quindi a detrarre la prima quota del 50% dell’Iva versata nel 2016, per proseguire, poi, a detrarla nei 9 anni successivi.

Per informazioni: www.caf.acli.it

Torna in alto

Ultime news dal sito

Le Acli nazionali in piazza a Bologna per il 1° maggio

“La festa del primo maggio è l’occasione per ribadire da che parte stare. Le Acli ribadiscono la ...

1 maggio: le Acli e il lavoro

In occasione della festività del Primo Maggio le Acli ancora una volta vogliono rinnovare il loro...

"Ero straniero”, il 1 maggio parte la raccolta firme sulla legge popolare

Prenderà il via lunedì 1 maggio la raccolta firme sulla proposta di legge di iniziativa popolare ...

Pane, lavoro e democrazia

Considerazioni politiche del presidente nazionale Acli Roberto Rossini, al Consiglio Nazionale de...

Le Acli e l'affaire Moro

“Il gravissimo e sanguinoso attentato dell’On. Moro e la morte di cinque agenti della scorta sdeg...

Latina: nasce il Forum del Terzo settore provinciale

Il 19 aprile una serie di associazioni, tra cui le Acli di Latina, ha dato vita al Forum territor...

Tesseramento Acli 2017

Le Acli

I Temi

Link utili

Seguici su

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui