Menu
S. Romeo - Domenica 26 Febbraio 2017
A+ A A-

Pensione: A chi spetta la “quattordicesima”



Una mia vicina ha percepito pochi giorni fa la quattordicesima mensilità di pensione: come posso fare per averla anch’io?

La “quattordicesima” mensilità di pensione, corrisposta nel mese di luglio di ogni anno, spetta ai pensionati di età superiore a 64 anni che siano titolari di redditi non superiori a determinate soglie.

La “quattordicesima”, che in realtà si chiama, per legge, “somma aggiuntiva”, è erogata in misure diverse a seconda del numero di anni di contribuzione in base ai quale è stata calcolata la pensione, con ulteriori differenze tra titolari di pensione da lavoro dipendente e titolari di pensione a carico di una gestione da lavoro autonomo (artigiani, commercianti, coltivatori diretti).

In sostanza, la “somma aggiuntiva” può essere erogata in 3 misure diverse.

  • Euro 336,00
  • Euro 420.00
  • Euro 504,00

Ciascuna di tali misure corrisponde a una determinata anzianità contributiva in base alla quale è stata liquidata la pensione.

La misura più bassa spetta ai pensionati da lavoro dipendente che abbiano versato contributi per almeno 15 anni, e ai pensionati da lavoro autonomo che abbiano versato almeno 18 anni di contribuzione.

La misura intermedia è erogata agli ex-dipendenti, se hanno versato contributi per un periodo compreso tra 15 e 25 anni, e agli ex-autonomi se hanno versato contributi per un periodo compreso tra 18 e 28 anni.

La misura più elevata spetta a coloro che superano le anzianità contributive sopra esposte: 25 anni per gli ex-dipendenti, e 28 anni per gli ex-autonomi.

Ma quali sono i limiti di reddito da non superare ?

Per l’importo più basso (336,00 euro) non bisogna disporre di redditi complessivi, su base annua,  superiori a euro 9.996,89; per l’importo intermedio (420,00 euro) il limite di reddito sale a euro 10.080,89; e per l’importo massimo (504,00 euro) si eleva a euro 10.164,89.

Concludendo: per poter avere la “14.ma” occorre avere superato 64 ani di età, e per sapere quanto spetta è necessario verificare la categoria della pensione, il numero dei contributi versati, e trovarsi in determinate condizioni reddituali.

 Per informazioni: www.patronato.acli.it
Ultima modifica: Martedì, 16 Luglio 2013 11:35
Torna in alto

Ultime news dal sito

Rossini: "Seminiamo diritti contro il caporalato"

Una paga di 30 euro al giorno a fronte di 12 ore di lavoro. È questo il desolante quadro emerso d...

Ius soli, Rossini: “Subito la legge sulla cittadinanza”

“L’approvazione al Senato della legge sulla riforma della cittadinanza deve avvenire il prima pos...

Cosenza: un ricordo di Rosario Livatino

Si ricorderà Rosario Livatino nel convegno organizzato per il 25 febbraio dalle Acli insieme alla...

Coffeebreak, La7 - l'intervista a Roberto Rossini

Nella puntata del 21 febbraio di Coffeebreak, su La7, è andata in onda l'intervista al presidente...

Antonio Tiberi portavoce del Forum terzo settore Cosenza

Antonio Tiberi, vicepresidente delle Acli della Calabria, è il nuovo portavoce del Forum del terz...

Acli Colf su "Le monde diplomatique"

Nell'edizione di febbraio di "Le monde diplomatique", è stata pubblicata un'intervista in cui si ...

Tesseramento Acli 2017

Le Acli

I Temi

Link utili

Seguici su

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui