Menu
III Domenica d’Avvento - Domenica 11 Dicembre 2016
A+ A A-

Il tempo determinato della colf costa di più



Devo assumere un’assistente familiare per il tempo che mia mamma è in convalescenza per un intervento chirurgico. Posso assumerla a tempo determinato, e poi semmai convertire il contratto a tempo indeterminato? E’ vero che devo pagare un contributo Inps maggiorato?

L’articolo 7 del Contratto collettivo nazionale del lavoro (Ccnl) prevede la possibilità di assumere la colf a tempo determinato, “nel rispetto della normativa vigente, obbligatoriamente in forma scritta, con scambio tra le parti della relativa lettera, nella quale devono essere specificate le fattispecie giustificatrici”, quando l’assunzione è legata a esigenze transitorie od occasionali, tra cui ad esempio:

  • per l’esecuzione di un servizio definito o predeterminato nel tempo, anche se ripetitivo;
  • per sostituire anche parzialmente lavoratori che abbiano ottenuto la sospensione del rapporto per motivi familiari, compresa la necessità di raggiungere la propria famiglia residente all’estero;
  • per sostituire lavoratori malati, infortunati, in maternità o fruenti dei diritti istituiti dalle norme di legge sulla tutela dei minori e dei portatori di handicap, anche oltre i periodi di conservazione obbligatoria del posto;
  • per sostituire lavoratori in ferie;
  • per l’assistenza extradomiciliare a persone non autosufficienti ricoverate in ospedali, case di cura, residenze sanitarie assistenziali e case di riposo.

L’articolo 2 della legge 28 giugno 2012, n. 92, al comma 28, ha previsto che ai rapporti di lavoro a tempo determinato si applica un contributo addizionale, a carico del datore di lavoro, pari all’1,40%, per cui il contributo orario in caso di rapporto di lavoro a tempo determinato è superiore rispetto a quello a tempo indeterminato (vedi le nuove tabelle contributive Inps 2015).

Tale maggiorazione non si applica ai lavoratori assunti a termine, in sostituzione di lavoratori assenti (per maternità, ferie ecc…).

Inoltre, nel caso in cui, il datore di lavoro provvedesse alla trasformazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato, è prevista la restituzione del contributo addizionale.

Perinformazioni: aclicolfonline

Ultima modifica: Mercoledì, 04 Febbraio 2015 10:38
Torna in alto

Ultime news dal sito

Varese: ciclo di incontri sugli anziani

Dalle Acli di Varese arrivano 7 incontri gratuiti per formare i lavoratori domestici, gli assiste...

Bologna: incontro con il sottosegretario Luigi Bobba

Lunedì 12 dicembre alle 17.30, nella sede delle Acli di Bologna, via delle Lame, 116 si parlerà d...

Trento, mostra personale dell'artista Marco Filippone

Il circolo Acli di Gardolo (Tn) organizza una mostra personale del pittore trentino Marco Filippo...

Siena e Poggibonsi in ricordo di Achille Grandi

Sabato 10 dicembre le Acli di Radicondoli, di Poggibonsi e Siena ricordano Achille Grandi, sindac...

Istat, la povertà è un destino

In occasione della pubblicazione del Report Istat “Condizioni di vita e reddito”, riferito all’an...

Catanzaro, il concerto di Natale

Il 16 dicembre le Acli di Catanzaro organizzano insieme al circolo Acli “Città del vento” di Sove...

Le Acli

I Temi

Link utili

Seguici su

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui