Menu
S. Antonio - Martedì 17 Gennaio 2017
A+ A A-

Cagliari: Sportello di aiuto per russofoni



In Sardegna abitano e lavorano quasi 3.000 persone di lingua russa. Per loro le Acli di Cagliari hanno aperto uno sportello di ascolto e sostegno psicologico.

Lo sportello nasce per aiutare i russofoni – sono ucraini, russi e bielorussi – a comunicare le difficoltà che trovano in un paese tanto lontano da casa.

“Abitare in un paese straniero dove, oltre lingua e clima, tutto è organizzato in modo diverso e le persone pensano in modo diverso – spiegano le Acli di Cagliari – è difficile e può causare ansia e depressione. Parlare con qualcuno, in queste situazioni, diventa essenziale”.

Lo sportello, che si trova nella sede delle Acli (Via Marconi 4 a Cagliari) funziona su appuntamento.

Per informazioni e appuntamenti: acliprovincialicagliari@gmail.com.

Torna in alto

Ultime news dal sito

Su Repubblica Acli e Cri contro il freddo

Emergenza freddo: su Repubblica l'iniziativa delle Acli di Roma per i senza fissa dimora: 50 cene...

Emergenza freddo, a Roma colazioni e cene per i senza fissa dimora

50 colazioni e 50 cene per i senza tetto. Li offrono ogni giorno le Acli di Roma ai senzatetto os...

Cagliari: Acli accreditate per il Corpo europeo di solidarietà

Nasce il Corpo europeo di solidarietà che offre ai giovani opportunità di lavoro e volontariato. ...

A Fossato di Vico una Panda per gli anziani soli

Il circolo “Ora et labora” di Fossato di Vico, in provincia di Perugia, hanno ritirato al concess...

Copercom: prosegue la campagna social “Misericordia è…”

Due mesi fa il Copercom ha lanciato la campagna social “Misericordia è…” per dar seguito alla str...

Giornata del migrante: “Il Senato approvi la legge sulla tutela dei minori”

“Le Acli chiedono con forza l’approvazione al Senato di due leggi, quella relativa al diritto di ...

Le Acli

I Temi

Link utili

Seguici su

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui