Menu
S. Cirillo d’Alessandria - Martedì 27 Giugno 2017
A+ A A-

Campania: Un video per il vivaio Ciampi



Si chiama "Fango e parole" il video che racconta l'alluvione del 15 ottobre 2015 nel Sannio e i danni al vivaio Ciampi della Contrada Pantano.

L'alluvione ha spazzato via oltre 45mila metri quadri di piante. Servono almeno 12 mesi per bonificare il terreno e tre anni per ripartire.

"Fango e parole" vuole sensibilizzare sulla situazione dell'azienza e raccontare il coraggio di chi, grazie all'aiuto delle associazioni locali, sta cercando di superare le difficoltà.

Il video nasce all'interno del progetto "#lastoriasietevoi" promosso dalle Acli nazionali con i fondi del 5x1000 2012  per creare una rete di videoredattori sul territorio e raccontare buone storie dell'Italia che fa bene.

Guarda il video

Ultima modifica: Martedì, 02 Febbraio 2016 10:04
Torna in alto

Ultime news dal sito

Accordo commerciale tra Acli e Banco Bpm

Banco BPM Acli hanno firmato un accordo commerciale valido per tutto il mondo Acli con un approcc...

Ascoli Piceno: Festa dei circoli Acli 2017

Domenica 25 giugno le Acli di Ascoli Piceno hanno celebrato a Ripaberarda la “Festa dei circoli A...

Grano contaminato, la solidarietà di Acli Terra agli agricoltori

“Acli Terra è al fianco degli agricoltori e ha come obiettivo primario la tutela delle tipicità l...

"Il sostegno di Papa Francesco a Ero Straniero è un grande dono"

Un grande dono, che darà ancora più forza al nostro messaggio e alla nostra campagna. E una solle...

Prato: incontro "Caratteristiche sulle tre grandi famiglie mafiose"

Si intitola “Caratteristiche sulle tre grandi famiglie mafiose” l’incontro organizzato dal circol...

Le Acli al flash mob per la cittadinanza

Il movimento #ItalianiSenzaCittadinanza e la Campagna L’Italia sono anch’io promuovono il flash m...

Tesseramento Acli 2017

Le Acli

I Temi

Link utili

Seguici su

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui