Menu
S. Italo - Sabato 19 Agosto 2017
A+ A A-

Campania: Un video per il vivaio Ciampi



Si chiama "Fango e parole" il video che racconta l'alluvione del 15 ottobre 2015 nel Sannio e i danni al vivaio Ciampi della Contrada Pantano.

L'alluvione ha spazzato via oltre 45mila metri quadri di piante. Servono almeno 12 mesi per bonificare il terreno e tre anni per ripartire.

"Fango e parole" vuole sensibilizzare sulla situazione dell'azienza e raccontare il coraggio di chi, grazie all'aiuto delle associazioni locali, sta cercando di superare le difficoltà.

Il video nasce all'interno del progetto "#lastoriasietevoi" promosso dalle Acli nazionali con i fondi del 5x1000 2012  per creare una rete di videoredattori sul territorio e raccontare buone storie dell'Italia che fa bene.

Guarda il video

Ultima modifica: Martedì, 02 Febbraio 2016 10:04
Torna in alto

Ultime news dal sito

Ong e migranti, le Acli: prioritario salvare vite umane

Mai come in questo periodo le prime pagine dei giornali sono occupati da un tema molto caro alle ...

Tettamanzi, Rossini: "Esempio di una Chiesa aperta e accogliente"

Si è spento a 83 anni il cardinale Dionigi Tettamanzi. Arcivescovo di Genova dal 1995 al 2002 e d...

Venezuela, l'appello delle Acli: "Aiutateci!"

Il  Venezuela vive un momento di grande tensione politica e sociale. I quotidiani italiani r...

Le Acli ricordano Mimmo Cecchini

Le  Acli provinciali di Ascoli Piceno, con il contributo di Acli Arte e Spettacolo, ricorder...

Cattolici e politica: la lettera di Roberto Rossini al quotidiano Avvenire

La morte di Giovanni Bianchi ha riacceso il dibattito sul ruolo dei cattolici in politica. Tra i ...

Terremoto Centro Italia, un abbraccio lungo un anno

Dal 24 agosto 2016, giorno della prima scossa di terremoto nel Lazio, le Acli hanno immediatament...

Tesseramento Acli 2017

Le Acli

I Temi

Link utili

Seguici su

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui