Menu
S. Germano - Sabato 28 Maggio 2016
A+ A A-

Bottalico: dati Istat povertà invocano politiche adeguate di contrasto



«Dopo aver toccato livelli record negli scorsi anni, l’incidenza della povertà assoluta si mantiene stabile nella sua gravità». Così commenta Gianni Bottalico, presidente nazionale delle Acli, il Report Istat sulla povertà. «I dati Istat relativi al 2014 confermano che la povertà assoluta dall'inizio della crisi è più che raddoppiata. Questo 6,8% della popolazione residente significa 4 milioni 102 mila persone in povertà assoluta, una percentuale più che raddoppiata rispetto al 3,1% del 2007.

Sostanzialmente – prosegue Bottalico - la povertà rimane ai livelli record dello scorso anno: l'Istat stesso lo riconosce affermando che il raffronto con l'anno precedente, il 2013, 'non può essere considerato diverso da zero'. Il Paese non si può dunque permettere di abbassare la guardia rispetto ad un fenomeno sociale che mantiene delle dimensioni enormi.

Inoltre, bisogna prestare molta attenzione a quanto succede sui territori perché l'incidenza della povertà varia molto. Così avviene che nei piccoli comuni del Mezzogiorno la povertà assoluta rimane quasi doppia rispetto a quella rilevata nelle aree metropolitane. Mentre al Nord accade il contrario: la povertà assoluta è più elevata nelle aree metropolitane (7,4%) rispetto ai comuni della provincia. Dobbiamo agire per evitare che continuino a crescere le sperequazioni tra le aree forti e quelle deboli del Paese.

Per tali ragioni, - conclude il presidente delle Acli - questi dati Istat dimostrano che è quantomai urgente un piano nazionale contro la povertà assoluta che deve essere basato non solo su sufficienti risorse finanziarie ma anche sull'attivazione di una rete di solidarietà che coinvolga gli Enti Locali, le comunità, la società civile, capace di cogliere le necessità diverse dei territori. In questa logica si colloca il Reddito di inclusione sociale proposto dall'Alleanza contro la povertà. Chiediamo al Governo che sin dalla prossima legge di stabilità si preveda un intervento strutturale per la lotta alla povertà che rimane una priorità per il Paese».

Torna in alto

Ultime news dal sito

Rossini al CN: le Acli stanno nel popolo

«Mai come oggi sentiamo la necessità di stare nel popolo, di vivere il mistero dell'incarnazione,...

Avellino: Un calcio alle disuguaglianze

Il 27 maggio si svolgerà nello stadio comunale S. Michele di Serino (Av) la partita "Un calcio al...

Cagliari: Corso di ceramica

Si svolgerà a Quartu (Ca) il corso base di ceramica artistica promosso dalle Acli di Cagliari. ...

Brindisi: Bravi sportivi, bravi cittadini

Il 3 giugno si svolgerà il terzo e ultimo appuntamento di "Vedo, corro, vinco! I ragazzi tra spor...

Salerno: Comitato "Stop Ttip"

Si è costituito il 20 maggio a Salerno un comitato “Stop Ttip”: per ora ne fanno parte le Acli, G...

Trento: Tre incontri su guerra e migranti

Segue il filo rosso delle guerre e dei migranti il percorso formativo organizzato dalle Acli di T...

Le Acli

I Temi

Le Notizie

Link utili

Seguici su

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui