Menu
S. Eustachio - Mercoledì 20 Settembre 2017
A+ A A-

Bottalico: incontro Papa-Patriarca russo, l'ecumenismo del sangue dà frutti di pace



«Lo storico incontro tra Papa Francesco e il patriarca di Mosca Kirill, svoltosi ieri a L’Avana, segna l'avvio di una svolta nelle relazioni tra la chiesa cattolica e quella russo ortodossa – afferma Gianni Bottalico, presidente nazionale delle Acli - Questa fondamentale tappa del dialogo ecumenico è stata resa possibile a partire da una comune consapevolezza che non si può rimanere inermi di fronte alla nuova ondata di persecuzioni cui sono sottoposti i cristiani, insieme ad altre comunità religiose, in particolare in alcune aree del Medio Oriente. Il sangue versato dai martiri contemporanei è nuova linfa per l'ecumenismo. Francesco e Kirill hanno ricordato congiuntamente che le guerre degli ultimi anni e il terrorismo, parti di una strategia di creazione di caos e di divisione, stanno cancellando la presenza delle comunità cristiane in posti in cui esse hanno vissuto sin dai tempi degli apostoli.

Il fatto che l'incontro sia avvenuto in uno dei Paesi che è stato simbolo della guerra fredda, come Cuba, ma che progressivamente ha abbracciato la via diplomatica, è denso di significati. Dimostra che la via del dialogo è molto più efficace di quella militare, utilizzata, con i risultati catastrofici che vediamo, nell'arco dell'ultimo quarto di secolo, dalla prima guerra del Golfo alla Siria. E mentre a Cuba l'Oriente e l'Occidente cristiano si incontrano dopo un millennio, alla conferenza di Monaco sulla sicurezza si usano toni accesi, amplificati da certa stampa, per accreditare, contro ogni evidenza e convenienza reciproca, il pericolo una nuova guerra fredda e per minimizzare le sconfitte sul campo che i terroristi del sedicente Stato Islamico stanno subendo.

Per tali ragioni – conclude Bottalico - l'incontro tra Papa Francesco e il Patriarca Kirill va oltre l'intrinseco ed enorme significato religioso ed ecumenico e non sarà privo di benefiche ripercussioni sulle relazioni internazionali, in particolare su quelle tra l'Est e l'Ovest».

Ultima modifica: Lunedì, 15 Febbraio 2016 08:43
Torna in alto

Ultime news dal sito

Varese: concorso "Web-Care tra valori e limiti. Da Lettera a una professoressa alle e…

In occasione dei cinquant’anni della scomparsa di don Lorenzo Milani e della pubblicazione di Let...

Trento: al via il progetto "Due passi in salute con le Acli"

Martedi 19 settembre le Acli trentine presentano il progetto “Due passi in salute con le Acli” pr...

Giacomo Carta nuovo coordinatore nazionale GA

Giacomo Carta è il nuovo coordinatore nazionale dei Giovani delle Acli (GA). Trent’anni, sardo, C...

Chiuso a Napoli il 50° Incontro nazionale di studi

Si è chiuso oggi a Napoli il 50° Incontro nazionale di studi delle Acli, che quest’anno ha avuto ...

Delrio: "Consip fatto gravissimo, a rischio democrazia del Paese"

"Il fatto della Consip è gravissimo. Bisogna indagare la verità perché è a rischio la tenuta dell...

Furlan: "Valorizzare le imprese che formano i giovani"

La segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, si aspetta dalla prossima finanziaria che si...

Tesseramento Acli 2017

Le Acli

I Temi

Link utili

Seguici su

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui