L’Europa spinge per una tassa sulle transazioni finanziarie

Il Consiglio Europeo, riunito il 25 marzo scorso, ha dichiarato che l´ipotesi dell´introduzione di una “imposta globale sulle transazioni finanziarie deve essere considerata e sviluppata ulteriormente“. Lo stesso Consiglio riporta inoltre l´intenzione della Commissione di Bruxelles di realizzare, entro l´autunno 2011, un report sull´imposta del settore finanziario, tema al centro del Tax Forum 2011, in programma nella capitale belga in questi giorni.Le Acli, promotrici assieme ad altri soggetti e associazioni della Campagna italiana Zerozerocinque per l´introduzione di una tassazione sulle transazioni finanziarie, salutano con favore l´interesse e l´azione delle istituzioni europee per una tassa che, sebbene di modesta entità, può contribuire da un lato a disincentivare la speculazione finanziaria selvaggia, e dall´altro, con il gettito generato (con un´aliquota dello 0,05% applicata a livello globale, secondo i calcoli, si possono ottenere 650 miliardi di dollari all´anno), risanare i debiti pubblici e sostenere lo sviluppo dei paesi più poveri.

L’Europa spinge per una tassa sulle transazioni finanziarie
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR