L’impegno dei cattolici nella politica

Nel numero di gennaio della rivista Docete vengono proposti ampi stralci della prolusione di mons. Bagnasco all’assemblea generale della Cei, tenutasi ad Assisi l’8 novembre 2010.In particolare Bagnasco si sofferma sul ruolo della religione in ambito politico-sociale, che non è quello di fornire le norme obiettive che regolano il retto agire, né quello di proporre soluzioni politiche concrete, cosa che è del tutto al di fuori della competenza della Chiesa. Il ruolo della religione deve essere “correttivo”, nel senso che, illuminando, recupera la profondità dei singoli principi e rischiara sull’applicazione che ne viene fatta, aiutando dunque, quando serve, a rettificare le distorsioni, a indirizzare meglio l’azione, a non lasciarsi deviare dai riduzionismi concettuali o dalle manipolazioni ideologiche, a non confondere mai il fine coi mezzi e viceversa.Segnalazione dal numero 4/2011 di Segn@libro.

L’impegno dei cattolici nella politica
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR